Impianto bio metano Modica-Pozzallo. Consorzio fa ricorso

Tempo di lettura: 2 minuti

Il  Consorzio Stradale Zimmardo – Bellamagna ed alcuni privati residenti nella zona, tutti difesi dall’Avv. Francesco Stornello, hanno infine fatto appello al Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana contro la sentenza del T.A.R. che lo scorso mese di febbraio aveva rigettato il ricorso proposto contro il Comune di Modica per l’annullamento dell’autorizzazione alla realizzazione dell’impianto rilasciata alla Biometano Ibleo.

Con il Consorzio e gli altri ricorrenti siamo e restiamo convinti di tutti i gravi motivi di illegittimità dell’autorizzazione già esposti nel ricorso al T.A.R.” ha dichiarato l’Avv. Stornello, “tra cui la mancata valutazione dell’impatto che l’impianto avrà sulla viabilità e, quindi, sulla vivibilità dell’area, che hanno viziato una decisione così importante”.

Rispettiamo, ma non condividiamo la decisione del T.A.R.: crediamo sia opportuno che la questione sia esaminata con maggiore chiarezza nei suoi aspetti fondamentali e siamo sicuri che il C.G.A. saprà valutare con attenzione la fondatezza delle nostre ragioni”, ha proseguito l’Avv. Stornello.

Continuiamo nel nostro impegno in tutto ciò che è nei fatti e non a parole più giusto e più utile per tutelare la legittimità dell’assetto del territorio”, ha concluso Corrado Rizzone Favacchio, Presidente del Consorzio appellante, “ed attendiamo con fiducia la decisione del C.G.A.”.

Si attende a breve l’udienza nella quale sarà discussa la domanda di sospensione dell’autorizzazione.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI