Gal Terra Barocca. Bandi per giovani e adulti in apprendimento.

Si sono svolte tre giornate formative per illustrare le nuove opportunità all'auto-impiego
Tempo di lettura: 2 minuti

Giovani e adulti in fase di apprendimento possono accedere al mondo del lavoro grazie all’autoimprenditorialità e alle opportunità di numerosi bandi attivi. Incontri a Modica, Vittoria e Ispica grazie alla sinergia tra Cpia Ragusa, GAL Terra Barocca e Centro per l’Impiego

I giovani, ma anche gli adulti in fase di formazione e nuovo apprendimento, hanno numerose possibilità per attivare percorsi di auto-imprenditorialità grazie a finanziamenti regionali, statali ed europei. Percorsi da attivare, magari attraverso specifiche competenze, con l’obiettivo di avviare al lavoro o approfittare di varie opportunità. Grazie alla sinergia avviata tra il Cpia Ragusa (Centro provinciale per l’Apprendimento degli Adulti), il Centro per l’Impiego e il GAL Terra Barocca, si sono svolti tre giorni di animazione territoriale (tappe a Modica, a Vittoria in collaborazione con il GAL Valli del Golfo, e a Ispica con incontri sia di mattina che di pomeriggio) che hanno coinvolto gli studenti che sono in fase di formazione presso le sedi associate ed i punti di erogazione del Cpia Ragusa o presso i percorsi di istruzione secondaria superiore serali come ad esempio l’I.P.S. Principi Grimaldi di Modica, l’I.I.S. G. Verga di Modica, l’I.I.S. Cataudella di Scicli, l’I.I.S. G. Curcio di Ispica, l’I.I.S. E. Fermi di Vittoria. Una grande occasione per analizzare le numerose opportunità messe a disposizione sia dal GAL che dagli altri enti pubblici. Si lavora già alla nascita della “Rete provinciale per l’apprendimento”, come ha annunciato la Dirigente Scolastica del Cpia Ragusa, Anna Caratozzolo, che ha aggiunto: “Attraverso i percorsi formativi si possono creare competenze che sono spendibili nel mondo del lavoro. Con questi appuntamenti abbiamo voluto informare chi ha avuto difficoltà e sta portando avanti il proprio percorso di crescita personale e professionale per intraprendere una propria attività imprenditoriale. Grazie al GAL e agli altri attori in campo, come il Centro per l’Impiego, si possono creare le azioni di coordinamento e informare sulle varie opportunità presenti”. Un’azione concentrica che guarda all’orientamento, come spiegato dalla professoressa Mirella Spillicchi del Cpia, così come alle possibilità offerte dagli enti pubblici o organismi privati, come illustrato dal dott. Giovanni Capuzzello, animatore del GAL che ha parlato del nuovo SelfiEmpoyment, di Resto al Sud, del Fondo Impresa Femminile e del Microcredito delle Diocesi di Ragusa e Noto. “Il GAL ha svolto in questi anni un’azione di grande aiuto anche per i giovani che hanno deciso di creare delle proprie attività rispondendo ai nostri bandi, ma va detto che per giovani ed adulti ci sono tante possibilità – spiega Salvatore Occhipinti, direttore del GAL – Per questo motivo anche incontri come questi permettono di creare le giuste opportunità e fornire le conoscenze a coloro i quali vogliono investire sul proprio futuro, oggi più che mai in uno scenario di grande difficoltà per chi è alla ricerca di lavoro. Ci sono vari strumenti disponibili e come GAL siamo sempre pronti ad offrire la nostra consulenza”. Ai vari incontri è intervenuto anche il dott. Giovanni Vindigni, direttore provinciale del Centro per l’Impiego di Ragusa: “Grazie alle piattaforme che abbiamo, siamo in grado di andare ad individuare le mansioni richieste dall’aziende. Questo significa che tutte le persone che si sono formate al Cpia e in altri percorsi similari, possono recarsi nel nostro centro per richiedere la disponibilità al lavoro noi rilasciamo il patto di servizio in modo da intrecciare in poche ore domanda e offerta con le imprese dove è possibile attivare tirocini formativi, rapporti di apprendistato, contratti a tempo determinato e indeterminato. Ci sono diverse forme e vista la crisi occorre trovare le giuste opportunità per tutti, sia per i lavoratori che per e imprese”: Nei vari incontri sono intervenuti anche gli amministratori locali ribadendo il supporto che anche i Comuni danno ai giovani con sportelli informativi e azioni di sviluppo economico.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI