Una bellissima notizia: nasce “Italia Viva”……..l’opinione di Rita Faletti

16
1263

Dopo una mezza giornata di malumori, aspettative sfumate e qualche lacrima, i sottosegretari vengono nominati e il governo giallorosso è al completo. “Ora mettiamoci a lavorare per il paese”. Passa un giorno e Renzi annuncia la scissione e la nascita di “Italia Viva”, il movimento che l’ex presidente del Consiglio lancerà alla Leopolda il prossimo ottobre. Due volte in neanche un mese, il Pd si trova spiazzato dalla rapidità fulminea con cui l’ex premier prima lo pone di fronte a due alternative: elezioni e pieni poteri a Salvini, o alleanza con i Cinque stelle, quelli con i quali neanche un caffè, poi, a un giorno dalla consacrazione del neonato governo, annuncia: me ne vado. Incredulità, disappunto e una pioggia di critiche. Partito come uno yogurt con scadenza ravvicinata. Ironizza Prodi. Conte è preoccupato. “Non tollererò tensioni da un altro Matteo”, sbotta Di Maio. (Di Maio?) C’è chi vede nella scissione il rischio della destabilizzazione del Pd, del governo, dell’alleanza, del Paese. Come se la stabilità del governo dipendesse da 40 parlamentari in meno (25 deputati e 15 senatori) e non da un’alleanza, ritenuta fino a poco prima improbabile da molti, costruita in fretta e furia su un programma di 29 punti, tra cui spiccano, per compiacere von der Leyen, espressioni come Green New Deal e economia circolare, e, su tutto, tanti bei proponimenti: redistribuzione, ampliamento delle politiche di welfare, maggiori risorse. “Una politica economica espansiva, senza compromettere l’equilibrio di finanza pubblica”. Come faranno? Mancando le risorse e con la recessione in arrivo, i pentapiddini pensano di ottenere dall’Europa, ora così amorevole nei confronti dell’Italia rientrata nell’alveo europeo, flessibilità e modifiche sui vincoli di bilancio. Gentiloni dovrà usare tutto il suo fascino per convincere Christine Lagarde ad avere un occhio di riguardo per i paesi scarsamente competitivi e deboli economicamente, quelli del cosiddetto “Club Med”, tra cui l’Italia. Come al solito, il governo metterà qualche pezza qua e là, rifiutandosi di affrontare il problema a monte, quello delle riforme strutturali. Nel programma, la crescita ha una collocazione marginale che fa intuire quanto il tema sia sottovalutato o declinato in modo miope. Quindi, le varie illazioni sull’uscita di Renzi sono un nonsense alla luce della visione riformista dell’ex presidente del Consiglio, contrapposta alle politiche assistenzialiste come Reddito di cittadinanza e Quota 100, che mettono qualche soldo nelle tasche di alcuni ma impoveriscono il paese. A parte la professione esplicita di europeismo, il passaggio dal governo gialloverde al governo giallorosso, sul terreno della crescita e dello sviluppo, non è percepibile. Renzi destabilizzatore dell’alleanza di governo? Storie. L’unico collante che può tenere assieme Pd e Cinque stelle è l’interesse alle politiche sociali. Sui temi economici, nel governo non mancheranno le incornate che si concluderanno con la resa di uno dei due alleati allo scopo di evitare la crisi e tirare a campare. Cannoneggiamenti di Renzi dall’esterno? Probabile. Per aiutare il governo ad abbreviare l’agonia, oppure favorirne lo spostamento ancora più a sinistra, ponendo così una distanza più marcata tra il suo partito e l’esecutivo di Conte. Del resto, non è un mistero che la solita politica dei proclami e dell’inconcludenza sia una delle cause dell’astensione di molti elettori in attesa di un nuovo contenitore in cui possano trovare posto idee riformatrici. Se il Pd abdica al ruolo di rappresentante del mondo produttivo, e nell’alleanza con i grillini non è escluso che ciò avvenga, fallisce la sua missione. Renzi l’ha capito per primo e a quel mondo intende dare risposte. Rimanendo nel Pd, la sua voce non sarebbe ascoltata. La sorpresa, come il dispiacere di alcuni, che nasconde un soddisfatto sfregamento di mani, è tutta fiction. E poi c’è chi entra e c’è chi esce. Ieri Lorenzin, ex ministro della Sanità nei governi Renzi e Gentiloni, domani chissà, i rottamati Bersani e D’Alema? Restaurazione in corso, preparata da chi non aspettava altro che allearsi con i pentastellati. Ex democristiani, ex comunisti, cattocomunisti che ancora non hanno fatto i conti con il loro passato, ma non hanno mai smesso di dare addosso a Renzi. Il senatore fiorentino ha assicurato la propria sopravvivenza politica con la scissione? Se fosse invece il governo giallorosso a doversi preoccupare della propria, di sopravvivenza? Il rischio esiste ed è nella frase di Davide Serra: “E’ da folli fare un governo con i parassiti”. Che Renzi l’abbia pensato è certo, che la decisione di andarsene sia stata giusta è indubbio, che nuovi assetti politici stiano nascendo altrettanto. “Italia Viva” è una bellissima notizia. ritafaletti.wordpress.com

16 Commenti

  1. La bella notizia è che avrà poco seguito (meno male che i personaggi fasulli e arroganti come lui sono la minoranza). Spero faccia la fine di altri politici anche se è più caparbio e spregiudicato.

  2. Italia Viva è sorta per “estorcere” al Conte2 POTERE .
    Vista la maggioranza risicata al Senato , ed un po meno alla Camera … per fini personali offrono il consenso come “voto di scambio” .
    A tutti i naviganti : Renzi e la Boschi potrebbero essere affetti da “sindrome da Hubris” .
    Prima della loro implosione potrebbero arrecare danni consistenti al governo ed agli italiani tutti .
    Pertanto massima ALLERTA ..

  3. ULTIME NOTIZIE
    Raffaele Lombardo va con Renzi
    Quell’olezzo di (Italia) Viva che sa di morto
    Si dice che, chi s’accontenta gode

  4. Che dire della”leopolda” con come presidente l’avvoc Bianchi , come consigliera Maria Elena Boschi . . ed ancora Luca Lotti e Marco Carrai . .
    Siamo di fronte ad una semplice “associazione del malaffare” , o forse si tratta di una qualche Lobby con attività non del tutto specificati . . o forse c’è dietro la massoneria ?
    Forse c’è dietro Israele , l’America , La P2 o sono solo simpatizzanti dell’ ex Margherita ?
    Che dire della figura del “solito” Silvio che traspare sullo sfondo ?
    Troppi “carbonari” nello stesso posto . . “gatta ci cova” . . allertate la DIGOS qui sta accadendo qualcosa .
    Vuoi vedere che sono degli”zombie” per educare ad un “Italia Viva” . . forse si sono ricordati che avevano “Unito l’Italia” ma bisognava”fare” gli italiani . (..l’Italia è fatta . . ora bisogna fare gli italiani . .) .

  5. cittadino, io la denuncerei sa? Secondo me le cose che lei scrive e racconta sono assolutamente bugie, io spererei che qualcuno dei citati o delle organizzazioni da lei menzionate con affermazioni gravissime, spero che leggendola, chiedano all’autorità giudiziaria di prendere l’indrizzo IP ed il nominativo in modo da fare una denunzia per calunnia, e chiederei di fornire le prove delle sue affermazioni, e poi le chederei milioni di euri di danni che darei in beneficenza. Anche la democrazia che lei neppure conosce ha dei limiti e non si può continuare ad insultare all’infinito senza pagare il prezzo. Lei è convinto che possa dire ciò che vuole, ma non è così, questo lo possono fare i parlamentari come Di Majo o la Taverna che hanno l’immunità parlamentare, lei no, lei paga pesantemente di tasca sua, vedrà.

  6. @ puppetta & company :
    “cittadino” riporta quanto circola su internet .. da tempo .
    DOCUMENTATEVI ! !
    Sarò lieto di portare davanti ad un magistrato le prove cartacee di quanto da me pubblicato .
    Aspetto vostre “notizie” ..
    La Verità vi fa male . . ma è la Verità .
    Vi sono indagini a non finire . .
    Vi ricordate l’aereo personale di Renzi ? 150 milioni è costato . .
    Che fine ha fatto ? Quanti soldi buttati al vento ?

  7. Tutte le volte che la Verità dei fatti emerge , casualmente o volontariamente , nel modo più semplice o complicato . . chi era coinvolto in un modo od un altro “reagisce” anche con dialettiche violente , e non solo verbali .
    Spesso gli attori “disonesti” coinvolti negli accadimenti per cercare di difendersi cominciano ad inquinare o alzare polveroni per celarsi alla vista .
    Allo stesso modo reagiscono i faziosi ed i simpatizzanti senza cervello , o senza i sensi attivi .

  8. @Cittadino
    Non ti affannare a dare spiegaziono ai soliti Puppetta, Rita Faletti & C.
    Se avessero qualcosa di meglio da fare non starebbero qui a pontificare quotidianamente, ma sarebbero impegnati un qualche occupazione lavorativa (capisco la Faletti che viene pagata per scrivere le sue illusioni, ma Puppetta, viene pagata anche lei?)
    Il tempo è galantuomo e darà immancabilmente la sua risposta a costoro.
    …come sempre!

  9. Bene puppetta, vede che cittadino si è spaventato. E’ un poveraccio, lasci stare, prima ha messo davanti i giornali dai quali lui ha copiato, da povero incapace di pensare con la sua testa e poi non ha minimamente più insultato. Ha fatto bene, così lui sa’ che deve stare attento a quello che scrive. Non se ne può più di poveracci che ripetono tutto quello cge scrivono i giornali, Travaglio, Feltri o altro e lo spacciano come cose loro e ripetono gliinsulti, ma non sanno quanti soldi pagano per risarcire i danni di immagine come il povero Travaglio. Cittadino come potrebbe risarcire, gli salterebbe la casa, poveraccio. Viva “ITALIA VIVA”.

  10. @Carlo
    L’accostare Travaglio a Feltri, è il sigillo alla tua inaudita e incommensurabile ignoranza nei confronti del giornalismo italiano.
    È palese che mai, e ripeto MAI, hai letto nessuno dei quotidiani che le persone da te citate, dirigono.
    Uno dei loro lettori, non avrebbero mai fatto questo paragone per incompatibilità di pensiero.
    Povera Italia, che purtroppo vi ha dato i natali

  11. Errata corrige

    @Carlo
    L’accostare Travaglio a Feltri, è il sigillo alla tua inaudita e incommensurabile ignoranza nei confronti del giornalismo italiano.
    È palese che mai, e ripeto MAI, hai letto nessuno dei quotidiani che le persone da te citate, dirigono.
    Uno dei loro lettori, non avrebbe mai fatto questo paragone, per incompatibilità di pensiero e d’intenti.
    Povera Italia, che purtroppo vi ha dato i natali

  12. @ Carlo:
    Sto tremando dalle risate..poveraccio sarà lei che va dietro a dei mentecatti..
    Si vede che non mi conosce…
    Come fa a comportarsi da lanzachinecco?

  13. Si tratta di duplicazione dell’identità, è un caso di fobia mentale molto grave, una persona si presenta con nomi diversi ma non si rende conto che ha lo stesso linguaggio. Che qualcuno lo aiuti.

  14. @ ‘zulu :
    Può darmi cortesemente il nr o l’indirizzo del suo medico cosi da farmi vedere . . magari ha ragione .
    Grazie

  15. @ ‘zulu :
    Cortesemente potrebbe fornirmi l’indirizzo del suo medico ?
    Lei deve capire . . . a furia di aspettare mi ha messo in ansia . . la facevo più gentile .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

6 + diciannove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.