Lettera del Coordinamento regionale per la riapertura dei Tribunali di Nicosia, Mistretta e Modica al neo Ministro della Giustizia

1
1198

Egregio Signor Ministro,

Ci pregiamo formulare i migliori auguri di buon lavoro per il prestigioso incarico di governo che Le è stato conferito.
Desideriamo comunicarLe che giorni fa, il 27 maggio u.s., i Comitati dei tre Tribunali siciliani soppressi – Nicosia, Mistretta e Modica – si sono costituiti in coordinamento regionale.
Da alcuni anni, praticamente sin dall’entrata in vigore del D. L.vo n. 155/2012, conduciamo una battaglia contro la riforma della geografia giudiziaria, rivelatasi nefasta. Essa ha infatti peggiorato il funzionamento della giustizia, ha aumentato la spesa pubblica e privata, ha sottratto ai territori presidi di legalità ed ha impoverito il tessuto sociale delle aree interne e più disagiate.
In definitiva il suo fallimento è sotto gli occhi di tutti.
La previsione di una “rivisitazione della geografia giudiziaria”, contenuta nel vostro programma (alias, contratto) e finalizzata a riaffermare il principio della giustizia di prossimità, ci fa sperare in una rapida riparazione della “ingiusta sottrazione” patita dai territori.
Anche il governo regionale siciliano si sta muovendo in tal senso. Emblematica è la recente legge approvata dall’A.R.S. (L.r. n. 8/2018 art.15 commi 13 e 14) che accende un nuovo capitolo di bilancio ed impegna l’Assessore alle Autonomie locali a stipulare una convenzione con il Ministro della Giustizia per l’esercizio di “funzioni giudiziarie” all’interno dei locali degli Uffici soppressi, ai sensi dell’art.8 comma 4 bis D. L.vo n. 155/2012.
Onorati di poterLa incontrare personalmente, Le auguriamo buon lavoro e porgiamo deferenti saluti.
1 giugno 2018
il Coordinamento regionale per la riapertura dei Tribunali di Nicosia, Mistretta e Modica
(Avv. Piergiacomo La Via – Nicosia, Avv. Salvatore Porracciolo – Mistretta, Avv. Enzo Galazzo – Modica)

1 commento

  1. Finalmente qualcosa si muove. Bonafede nuovo ministro a differenza del suo predecessore, ha le idee chiare, ha capito che la giustizia se non funziona non è colpa dei 31 tribunali soppressi e si avvia, così è stato scritto nel contratto siglato tra Lega e M5S, la riapertura dei tribunali soppressi. Poi la situazione che si è creata a Bari con la chiusura del tribunale per le forti criticità strutturali, più o meno come quelli che abbiamo denunciato per il tribunale di Ragusa, senza essere ascoltati.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

venti − nove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.