Cerca
Close this search box.

Cuba. Flotta navale russa approderà all’Avana tra il 12 e il 17 giugno

Tempo di lettura: 2 minuti

I Ministeri delle Forze Armate Rivoluzionarie e degli Affari Esteri di Cuba hanno annunciato giovedì che tra il 12 e il 17 giugno avrà luogo una visita ufficiale al porto dell’Avana da parte di un distaccamento navale della Federazione Russa. Ne fanno parte secondo la inoltrata del Ministero degli Esteri cubano, da quattro navi: la fregata “GORSHKOV”, il sottomarino a propulsione nucleare “KAZAN”, la petroliera della flotta “PASHIN” e il rimorchiatore di salvataggio “NIKOLAI CHIKER”. La nota chiarisce che “nessuna delle navi trasporta armi nucleari, quindi il loro scalo nel nostro Paese non rappresenta una minaccia per la regione”. L’America Latina e i Caraibi sono una zona di pace e Cuba è firmataria del Trattato di Tlalteloco. Inoltre il Ministero ricorda che “le visite di unità navali di altri paesi sono una pratica storica del governo rivoluzionario con le nazioni che mantengono relazioni di amicizia e collaborazione”. D’altra parte, annuncia che “durante il loro soggiorno, i marinai russi svolgeranno un programma di attività che include visite di cortesia al capo della Marina della Guerra Rivoluzionaria e al governatore dell’Avana. Visiteranno anche luoghi di interesse storico e culturale”, un programma tipico di tutte le navi e i gruppi navali che visitano la città. È emerso che l’amministrazione Biden non vede questo tipo di attività come una minaccia. Le visite dei distaccamenti navali russi sono state comuni nella regione delle Americhe, in particolare tra il 2013 e il 2020, poco prima della pandemia di Covid-19.

538258
© Riproduzione riservata

4 commenti su “Cuba. Flotta navale russa approderà all’Avana tra il 12 e il 17 giugno”

  1. Tonino Spinello

    Seppure queste dimostrazioni d’affetto sono comuni, in questo periodo mi sanno più di aggiustamenti.
    Prima abbiamo assistito alle incessanti visite di Blinken dal Medio Oriente al Kosovo e tutti gli alleati, poi le visite di Putin, oggi Lavrov è in Africa, non mi sembrano le solite visite istituzionali.
    Secondo me come dice Orban, siamo a pochi centimetri dalla distruzione se non facciamo niente per fermarci.
    Io penso che ognuno ha sistemato i propri pedoni sulla scacchiera.

  2. Quando le cose prenderanno la strada pericolosa saranno le borse mondiali a dircelo .
    Per adesso introitano guadagni a nastro .
    Anche il petrolio sta scendendo segno di abbondanza .

  3. Terrorista, che può dirci delle navi russe indicate? Ce le pappiamo in un sol boccone? Oppure ci infiliamo dentro un po’ di nostalgici filorussi e li rimandiamo in patria? I nostri pedoni “modicani incafonati” li dobbiamo mettere dall’altra parte della scacchiera, vanno di la’ per correttezza.

    1
    2
  4. Tonino Spinello

    Tutte le persone che incontriamo nella vita ci insegnano qualcosa. Alcuni a non essere come loro.
    G. Stigliani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top