L’Opposizione consiliare a Modica: “Debito da 160 milioni”

Tempo di lettura: 2 minuti

Coloro che amministreranno il Comune di Modica nella prossima legislatura, troveranno una situazione economica disastrosa, mentre il debito aumenterà così come la spesa pubblica di 160 milioni in 8 anni e il conseguente mancato raggiungimento degli obiettivi annuali del piano di riequilibrio, già rimodulato. E’ quanto emerso durante la conferenza stampa dei consiglieri comunali di opposizione ad un paio di settimane dalle dimissioni del sindaco, Ignazio Abbate, in procinto di candidarsi alle prossime regionali.

Ivana Castello, Giovanni Spadaro, Filippo Agosta, Mommo Carpentieri, Tato Cavallino ed Enrico Morana hanno convocato la stampa a Torre del Sud tracciando la situazione di  cassa al Comune di Modica. “Siamo di difronte ad una situazione delicata che impone un’attenta azione di risanamento finanziario sul modello già attuato dall’allora sindaco Antonello Buscema,  per ridurre il forte debito accumulato da Abbate – ha spiegato Ivana Castello, che nel corso della legislatura ha puntato le sue interrogazioni proprio sul bilancio -. Ci sono 75 milioni di euro di debiti scaduti, 44 milioni provenienti dalla cassa depositi e prestiti e 16 milioni prelevati dal fondo di rotazione, che si aggiungono agli altri debiti pregressi, portando la media a 20 milioni di euro di debiti accumulati per ogni anno. E’ anche vero  che l’anticipazione di cassa è stata abbassata a 2 milioni di euro, ma ciò rappresenta solo uno specchietto per le allodole dal momento che questo risultato è stato raggiunto facendo ricorso al fondo di rotazione, dando praticamente luogo ad un altro prestito. L’opposizione ha  posto l’attenzione anche sull’assenza di progettualità in tema di opere pubbliche, cui ha fatto, però, da contraltare un sistema di manutenzioni efficiente, e sul costante depauperamento del corpo di polizia locale, ormai ridotto all’osso. Sarà dunque il commissario straordinario che sarà nominato e breve a fare effettiva luce sulle reali condizioni economico finanziarie in cui versa il comune di Modica, e cosa succederà nel concreto in circa 12 mesi, ovvero il lasso di tempo che separa Modica dalle prossime amministrative del 2023.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

48 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI