Investimenti green: ecco gli etf di energie rinnovabili più interessanti del momento

Tempo di lettura: 2 minuti

Chi vuole investire nel settore delle materie prime o in altri mercati ha diversi strumenti a sua disposizione: grazie alle piattaforme di trading online, i CFD sono la soluzione più apprezzata, ma nell’ultimo periodo si stanno facendo sempre più largo gli ETF. Il motivo è molto semplice: i contratti per differenza sono strumenti speculativi, quindi poco adatti a diversificare il proprio portafoglio, mentre gli exchange-traded fund sono dei veri fondi di investimento a gestione passiva che consentono di investire in un paniere di titoli.

Il momento storico attuale è decisamente complesso: la guerra in Ucraina ha stravolto le cose, ma ha fatto emergere una volta di più quanto sia importante gestire in modo migliore le risorse energetiche. I recenti provvedimenti europei hanno dato un’ulteriore spinta al settore delle rinnovabili: gli obiettivi sono quelli di garantire una maggiore indipendenza energetica e (finalmente) puntare in modo concreto e definitivo sulle rinnovabili. Gli ETF di energie rinnovabili rappresentano oggi la miglior opzione per chi intende fare investimenti green.

Cosa sono e che vantaggi hanno gli exchange-traded fund

 

Come detto, gli ETF sono dei fondi di investimento a gestione passiva: chi acquista quote di fondi di questo tipo di fatto investe in un determinato paniere di titoli e la performance dell’investimento è data dai risultati ottenuti dai vari strumenti su cui il gestore ha investito. A differenza dei fondi attivi, in cui il gestore ha un certo grado di libertà ed autonomia nell’acquisto dei titoli, nei fondi passivi come gli ETF l’abilità del gestore è praticamente irrilevante, visto che gli strumenti finanziari che verranno acquistati sono chiari fin dall’inizio.

Gli etf di energie rinnovabili offrono una serie di vantaggi agli investitori. Innanzitutto, permettono di diversificare l’investimento in modo semplice ed efficace, rimanendo in un settore di enorme importanza e con ottime prospettive. Poi i costi dell’investimento sono molto contenuti, visto che la gestione passiva presenta dei costi decisamente più bassi rispetto a quelli dei fondi attivi. Si tratta poi di strumenti estremamente liquidi, perché sono quotati. Infine, gli ETF permettono anche al piccolo investitore di accedere ad un ampio paniere di titoli senza doverli comprare singolarmente.

I migliori ETF di energie rinnovabili

 

Le opzioni per investire negli ETF green stanno aumentando. Gli esperti del sito investireinborsa.me hanno analizzato l’attuale proposta presente sul mercato per individuare le soluzioni più interessanti disponibili. In cima alla classifica si trova Invesco Solar, composto principalmente da aziende statunitensi del settore IT e da una discreta percentuale di aziende cinesi attive nel campo delle utility. Al secondo posto troviamo Lyxor Green Bond, quotato a Parigi e composto principalmente da obbligazioni societarie e statali europee.

Sul gradino più basso del podio si piazza iShares Global Clean Energy, che ha un rating altissimo ed è composto soprattutto da aziende USA del settore delle utility. Altri investimenti green interessanti sono quelli permessi dagli ETF Invesco Wilder Hill Clean Energy, S&P Global Clean Energy, Lyxor New Energy, L&G Clean Energy, Invesco Global Clean Energy, S&P Kensho Clean Power, Nasdaq Clean Edge Energy. Al giorno d’oggi è molto semplice investire sul ETF di energie rinnovabili: diversi broker online permettono di accedere a questo mercato.

Come effettuare investimenti green

Uno dei leader in questo settore è sicuramente eToro, che tramite la sua piattaforma consente di investire su oltre 250 exchange-traded fund. Gli ETF vengono accuratamente selezionati dai vertici manageriali del broker con l’obiettivo di proporre le soluzioni con le migliori potenzialità.

Per iniziare ad investire bastano 50 euro: prima di tutto bisogna effettuare la registrazione alla piattaforma, poi si fa l’accesso e dopo aver fatto il primo deposito si può procedere con la selezione degli ETF e l’acquisto.

 

 

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI