On. Ragusa sul personale sanitario assunto durante periodo Covid

"Atto di indirizzo della Regione, proroga sino al 31 dicembre 2022"
Tempo di lettura: 2 minuti

Alla luce dell’incidenza della contagiosità da Covid-19 che continua a suscitare preoccupazioni sull’intero territorio siciliano, l’assessorato regionale alla Salute intende prorogare i rapporti in essere per il personale sanitario assunto durante il periodo di emergenza sino al 31 dicembre 2022. E’ quanto afferma l’on. Orazio Ragusa dopo avere preso atto dell’atto di indirizzo diffuso dall’assessorato in queste ultime ore in relazione all’impiego del personale per l’emergenza sanitaria Covid-19 e per il piano regionale di vaccinazione. “Per quanto riguarda il personale medico non specializzato né specializzando incaricato presso le Usca – sottolinea l’on. Ragusa – è riconosciuta alle aziende sanitarie la facoltà di attivare in house i corsi formativi per il riconoscimento dell’attestato di emergenza sanitaria territoriale al fine di potenziare le attività di ausilio e supporto presso le strutture di emergenza-urgenza e le centrali operative del 118. A tal fine, le Asp dovranno trasmettere entro il 25 marzo una tabella riepilogativa analitica da cui si evinca il numero di personale medico non specializzato o in specializzazione che potrebbe aderire al corso in questione. I rapporti in essere dovranno essere prorogati fino al 31 dicembre anche attraverso una loro rimodulazione oraria, nei limiti di capienza dei fabbisogni di personale necessario per fare fronte alle attività in questione”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI