Cerca
Close this search box.

Cavallo e “le nuove soluzioni per pronto soccorso di Modica”

Tempo di lettura: 2 minuti

Le nuove misure adottate per migliorare il Pronto Soccorso di Modica sono di natura ” tampone e non strutturale”. Lo dice il coordinatore Provinciale Italexit per l’Italia Ragusa, Emanuele Cavallo (foto), secondo cui  “non è certamente un ripianamento di organico come qualcuno vorrebbe fare intendere”.

“Questa soluzione – spiega – arriva dopo le polemiche della scorsa settimana che ha visto protagonista l’Assessore alla Sanità della Regione Siciliana Ruggero Razza, per quello che consideriamo per primo di ogni altra cosa “una scortesia per tutta la provincia di Ragusa” e a tutti gli utenti, anche da fuori provincia, che giungono in uno dei tre pronto soccorso.  L’Assessore ha volutamente saltato il punto all’ordine del giorno della Commissione Sanità della Regione Siciliana che riguardava la carenza di organico degli ospedali ragusani con particolare riferimento ai pronto soccorso. Ci chiediamo cosa abbia spinto l’Assessore Razza a rifiutare il confronto con i Commissari e soprattutto con il Manager dell’ASP di Ragusa che avrebbe potuto illustrare con puntualità le problematiche.

Certo, avrebbe dovuto affrontare i dati forniti dal Manager nominato proprio dalla sua compagine governativa e avrebbe potuto creare non poco imbarazzo alla presenza dei commissari. Sorge il dubbio che abbia voluto evitare di muovere qualche critica all’operato del direttore Aliquò e della dirigenza sanitaria nel suo complesso.Intanto è del 29 novembre la notizia che il Dr. Angelo Aliquò ha indetto un bando di concorso per la “medicina e chirurgia d’accettazione di urgenza”.Probabilmente era in cantiere da tempo, ma in un momento così complicato e delicatissimo per la sanità siciliana quello che si fa oggi andava fatto l’altro ieri”.

469893
© Riproduzione riservata

1 commento su “Cavallo e “le nuove soluzioni per pronto soccorso di Modica””

  1. “Non è certamente un ripianamento di organico come qualcuno vorrebbe fare intendere”….su questo non ci piove…sarebbe un offesa all intelligentia sostenere che il direttore ( peraltro operante nell Asp da parecchio ricoprendo anche in passato incarico di direttore sanità aziendale) ha risolto aumentando l organico di altri 3 medici….( l organico previsto secondo chi ha scritto era solo di tre allora? …ma nooo….sono rimasti in tre…in fila xdue….!!)….e nessuno c era arrivato a capire che bastava aumentare l organico!!!

    O forse..magari… ha preso tre medici da un organico.(…nell articolo si capisce a momenti volontari…chiedetelo a loro!… ed a tratti si fa intendere “altri tre” …in aggiunta! ) e li ha spostati …sempre forse!… dalla geriatria più che dimezzandone l organico…sostenendo che tutto è come prima……piu di prima….

    La coperta è sempre la stessa…ed anche tutto il resto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top