E’ guerra tra Partito Democratico e Start Scicli

Tempo di lettura: 2 minuti

L’attacco delle scorse ora al Partito Democratico da parte del movimento politico Start Scicli attacca circa un giudizio politico sull’azione amministrativa di Start e dell’ex assessore Pitrolo nella gestione dell’urbanistica a Scicli e del PRG in particolare, nel piace ai Democratici che ritiene si tratti di “una risposta scomposta, propria di chi ha la coda di paglia e viene sorpreso con le dita ancora nel vasetto della marmellata”.
“Per rendere più piccante il suo comunicato, Start non esita a stravolgere le stesse parole del nostro comunicato. Per essere chiari – e non scomodate il politically correct per favore – il termine impudicizia era rivolto a Start, e lo ribadiamo, e non personalmente all’assessore Pitrolo: basta leggere – con o senza un vocabolario in mano – il comunicato per rendersene conto.
Ma l’impudicizia acceca, come acceca la coda di paglia – incalza il Pd sciclitano -. E’ di tutta evidenza il fallimento della gestione Start dell’urbanistica e dell’edilizia in genere. Al di là dei ritardi e delle inadempienze denunciate col nostro comunicato, che ha da dire l’assessore Pitrolo e con essa tutto il gruppo di Start, o meglio quel che resta di Start, dello smantellamento di tutta l’area tecnica del Comune di Scicli?
Un funzionario apicale che scappa di notte e preferisce andare ad insegnare piuttosto che rimanere al Comune, un altro che va in pensione e non si pensa di rimpiazzare, un altro – l’unico rimasto – che viene addirittura autorizzato a dimezzare il suo impegno lavorativo all’Ufficio Tecnico (già ridotto) per andare all’Ufficio Tecnico di Pozzallo. Per non parlare degli spostamenti interni che di fatto hanno prosciugato le già poche risorse operative dell’ufficio (con buona pace dei controlli e dell’efficienza dell’attività amministrativa).
In un momento di ripresa delle attività edilizie, grazie a tutta la politica dei bonus del governo, l’Ufficio Tecnico del Comune di Scicli, durante la gestione Start, è stato ridotto ai minimi termini e non riesce a dare concrete risposte ai cittadini e alle loro istanze in campo edilizio. Forse ne soffrirà meno chi preferisce un’edilizia fuori controllo”.
Il Pd chiede al Sindaco, nell’esercizio delle sue funzioni, di verificare se i suoi assessori, sia presenti e soprattutto passati, l’esatta aderenza al principio di incompatibilità tra l’attività professionale e la funzione di amministratore in materia di urbanistica, edilizia e lavori pubblici sancito dall’art. 78 comma 3 D.Lgs. 267/2000 – Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, dandone riscontro alla cittadinanza, ancora prima che al PD.
“Nella sua scompostezza il comunicato startino lancia accuse generiche, indimostrate e buone per tutte le stagioni. Non sono sereni quelli di Start, e si vede. Persino la scelta di aver abbandonato la nave che affonda (nella materia dell’edilizia e dell’urbanistica da loro in via esclusiva amministrata in particolare) va nella direzione del grave disagio causato dalla piena consapevolezza del fallimento e forse anche dalla volontà di mantenersi liberi da vincoli per la prossima tornata amministrativa, nella speranza di essere raccattati, magari a pezzettini, da una delle coalizioni in campo”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI