Restaurata statua Madonna del Rosario nella chiesa Ecce Homo di Ragusa

Tempo di lettura: 2 minuti

Ha riacquistato il suo incarnato naturale, così come ai tempi della sua creazione, la statua della Madonna del Rosario che tiene in braccio il Bambin Gesù e che fa parte del trittico del simulacro portato in processione in occasione della festa che anima il quartiere dell’Ecce Homo a Ragusa, in   questi mesi oggetto di un meticoloso restauro. I particolari di questo certosino lavoro sono stati illustrati ieri sera nel corso di un appuntamento a cui hanno partecipato il direttore dell’ufficio diocesano per i Beni culturali, il sacerdote Giuseppe Antoci, nonché arciprete di Monterosso Almo , con le restauratrici Susanna Stampanoni e Sissi Burtone che ben conoscevano le condizioni del simulacro. L’iniziativa nel contesto delle celebrazioni tuttora in corso nella parrocchia del centro storico.

Tutto è partito nei mesi scorsi dopo la prematura scomparsa, nel gennaio scorso, di Salvatore Antoci, devoto della Madonna del Rosario. La famiglia, in memoria del proprio congiunto, ha chiesto che si facesse questo intervento di restauro con una parte dei soldi dati in beneficenza dopo la scomparsa di Antoci. L’ufficio per i Beni culturali della diocesi ha chiesto l’autorizzazione a intervenire alla Soprintendenza di Ragusa presentando un progetto di restauro firmato da Sebastiano Patanè. Dopo l’ok, a intervenire sono state Stampanoni e Burtone riportando la statua ai colori originari, lavorando anche sull’oro zecchino e sull’argento dove poggia la statua.
E’ stata tolta la raggiera originaria che creava problemi di lesioni nei confronti della statua essendo di metallo (si sta pensando di crearne una di legno). Ma soprattutto il viso della Madonna e di Gesù Bambino sono ritornati agli antichi splendori, così come li aveva creati l’artista di cui però non si conosce il nome. Alla cifra di beneficenza, si sono aggiunte le offerte di vari fedeli della comunità.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI