Limitare la velocità. Sensibilizzazione della polizia locale di Modica

Tempo di lettura: 2 minuti

Proseguono le azioni di sensibilizzazione per limitare la velocità sulla strada da parte della polizia locale, nell’ottica del rafforzamento e di ulteriore messa in sicurezza del servizio, come voluto dall’amministrazione comunale che già ha agito attraverso la realizzazione di numerosi attraversamenti pedonali rialzati e dissuasori laddove il codice della strada lo consente.
In questi giorni si sta installando agli ingressi della città(anche all’ingresso di Marina di Modica) una particolare segnaletica che invita a rallentare la velocità.
“Abbiamo scelto uno slogan, approvato dal sindaco, Ignazio Abbate, e dall’assessore Pietro Lorefice – spiega il Comandante Rosario Cannizzaro – che, speriamo, attecchisca sull’automobilista e lo responsabilizzi”.
“Attenzione, rallentare. In questa città i bambini giocano ancora per strada” è il claim riportato sulla segnaletica che è, appunto, un’ iniziativa di sensibilizzazione per stimolare i tanti automobilisti e motociclisti ad una guida più responsabile.
“Mettiamo in campo qualunque iniziativa – dicono sindaco e assessore – per trovare modo di garantire la sicurezza e l’incolumità della gente. Stiamo procedendo, oltremodo, per dotare la polizia locale di un autovelox di nuova generazione mentre nei giorni scorsi abbiamo avanzato richiesta alla Prefettura per impiegare lo strumento di rilevazione della velocità nelle arterie più a rischio visto che, in atto, ne sono autorizzate appena due”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI