Messico. Assassinato Perez attivista difensore indigeni Chapas

Tempo di lettura: 2 minuti

Non c’è pace per gli attivisti del Chiapas. Le organizzazioni per i diritti umani dello stato messicano hanno denunciato l’ennesimo omicidio (il 45esimo in Chapas) del difensore dei popoli indigeni Simon Pedro Perez Lopez. Secondo il Centro per i diritti umani, Fray Bartolomé de Las Casas, Simón Pedro stava camminando in compagnia di suo figlio, quando un soggetto a bordo di una moto in movimento, gli ha sparato a bruciapelo. Lopez era un indigeno, tzeltal, difensore dei diritti delle popolazioni indigene degli Altipiani del Chiapas. È stato anche membro dell’organizzazione Las Abejas de Acteal, di cui nel 2020 è stato presidente del consiglio di amministrazione. Dopo il delitto, i familiari e le organizzazioni civili, hanno chiesto alle autorità del Chiapas “un’indagine atta a individuare il responsabile, garantire sicurezza alla famiglia dell’attivista, e ai membri di Las Abejas de Acteal”, tutti in attesa di essere, prima o poi, giustiziati.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI