Abbonamento zone blu a Modica. D’Antona: “Una nuova tassa”

Tempo di lettura: 2 minuti

“Abbate  introduce una nuova tassa a carico dei residenti nel centro storico di Modica”. Vito D’Antona di Sinistra Italiana interviene sui nuovi provvedimenti riguardi la gestione del servizio di aree a pagamento a Modica.

“Sommerso dalle critiche per qualche scelta infelice effettuata in questa fase di avvio del servizio nelle zone di sosta a pagamento – dice l’esponente di centrosinistra – s’inventa, senza l’adozione di alcun provvedimento amministrativo, un nuovo balzello di 50 euro al mese a carico dei residenti del centro storico, sprovvisti di box auto per potere parcheggiare liberamente nelle zone blu.

Nel giro di qualche settimana, Abbate contraddice sé stesso, atteso che la sua Giunta aveva deciso recentemente un contributo, una tantum e fino ad un massimo di 2.500  euro, per nuovi insediamenti residenziali e produttivi nel centro storico; a ben vedere sulla base della decisione di oggi, una cifra che servirebbe soltanto a pagare questa nuova tassa per i primi quattro anni”.

Sinistra Italiana ritiene che la nuova tassa, a fronte di un incremento delle zone blu, si  determinerà una accelerazione di quella che ormai da qualche anno viene definita “la desertificazione del centro storico.

Nei giorni scorsi, per capire meglio, amministrazione comunale e la ditta che gestisce il servizio, hanno convenuto di istituire degli abbonamenti per coloro che risiedono in centro storico, senza garage o posti auto.

“In molte grandi città italiane, invece, dove ormai da diversi anni sono estese le zone blu su parecchi chilometri di strade – aggiunge D’Antona – al fine di consentire ed incrementare il permanere della vivibilità nei centri storici, mantenendoli abitabili, a favore dei residenti sono previsti pass per la sosta gratuita o zone riservate gratuitamente.

Abbate annulli immediatamente la sua decisione; avvii un percorso di confronto con i cittadini e gli operatori economici del centro storico di Modica Bassa, ma anche di Modica Alta e, ascoltando le associazioni di categoria e il Consiglio Comunale, regolamenti in tutti i suoi aspetti il servizio delle zone blu, conciliando la esigenza di disponibilità di spazi per la sosta breve a favore delle attività economiche, ristorazione e commercio, con la necessità dei residenti di fruire senza altri oneri di servizi che permettano di abitare nel centro della città.

In una materia così delicata e complessa gli annunci preelettorali non servono perché inattuabili, inefficaci e privi di effetti positivi”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI