Diritti negati, indennità arretrate. Lega e Mpsi a confronto con personale del 118

La Rosa: “Una delegazione iblea pronta a scendere in piazza il 3 giugno a Palermo. Situazione inaccettabile”
Tempo di lettura: 2 minuti

Diritti negati e indennità arretrate per tutto il personale della società che si occupa del servizio di emergenza urgenza. Personale che, durante la pandemia, si è trovato costretto a operare nel mezzo di una realtà sanitaria incapace di fronteggiare nel breve termine l’emergenza. “Siamo pronti anche noi, come Lega – afferma il responsabile provinciale Enti locali del partito salviniano, Andrea La Rosa, che è anche presidente provinciale Mpsi – a fare sentire la nostra voce in proposito. Vogliamo far sì che le rivendicazioni del personale, nel caso in specie quello che opera sul nostro territorio provinciale, possano essere prese in esame da chi di competenza, in questo caso dal Governo regionale, per verificare quali i margini di manovra rispetto all’adozione di misure adeguate”. Il 3 giugno, a Palermo, i lavoratori del 118 sciopereranno. Ci sarà una delegazione consistente anche dalla provincia di Ragusa. “Purtroppo – continua La Rosa – i rappresentanti sindacali dei lavoratori lamentano il fatto che, finora, non si è registrato alcun atteggiamento di apertura da parte della Regione nei confronti del personale di cui stiamo parlando. Riteniamo che si possa fare di più e meglio. E, soprattutto, che si debbano prendere alcune decisioni fondamentali per il futuro di un servizio così cruciale per la salute di tutti noi. Se la pandemia ci ha insegnato qualcosa è che tutto ciò che riguarda la salute deve essere posto in prima linea. E noi, come rappresentanti politici, ci batteremo affinché possano arrivare delle risposte lungo questa direzione. Ecco perché sarà nostra cura incontrare prima dello sciopero una delegazione degli operatori così da raccogliere ulteriormente, dalla loro viva voce, quali i principali disagi che si trovano ad affrontare”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI