Pandemia e complottismo oscurantista…l’opinione di Rita Faletti

Tempo di lettura: 4 minuti

Esiste una categoria così a se stante e così infinitamente distante da qualunque altra che potrebbe perfino essere a prova di calamità naturali. Un megasisma dalle conseguenze catastrofiche,  uno tsunami che sommerge intere isole, un incendio di proporzioni gigantesche e indomabile, un altro diluvio universale. Una categoria privilegiata al punto che potrebbe trovarsi per miracolo un’arca bell’e pronta tutta e solo per sé. No, forse sarebbe troppo, o troppo poco? Come Noé, il patriarca della Bibbia, imbarcò coppie di animali diversi, così quest’arca del XXI° secolo sarebbe dotata di uno spazio per coppie di umani, scelti tra quelli meno svegli e facilmente abbindolabili con mansioni di servizio. La categoria privilegiata per chi ancora non l’avesse capito è quella dei magistrati, convinti di costituire la parte eletta della società. Andiamoci piano però con quell’aggettivo che potrebbe irritare qualcuno della benemerita categoria. Si dà il caso, infatti, che sia uscito un libro dal significativo titolo “Strage di Stato. Le verità nascoste della Covid-19”, di cui sono autori un magistrato, il giudice della corte di appello di Messina, Angelo Giorgianni, e un medico, Pasquale Bacco. I due sostengono la tesi che il Covid-19 non è mai esistito e che i vaccini sono acqua di fogna che preferirebbero anzi farsi inoculare piuttosto che Pfizer o AstraZeneca o Moderna o qualche altro. Dichiarano anche che il virus è l’invenzione orchestrata delle élite internazionali per assoggettare le nazioni. “Vogliamo dire chi comanda nel mondo? Comandano gli ebrei. Sta tutto in mano loro”, ha dichiarato Pasquale Bacco al programma radiofonico la Zanzara del 21 febbraio scorso.  E siccome negazionismo e complottismo sono parenti stretti, non poteva mancare la vecchia e ripugnante teoria dell’ebreo complottista col naso adunco. Dunque il Covid è una macchinazione congegnata dai soliti ebrei che vogliono dominare il mondo. A pagina 352 si legge: “…vediamo con chiarezza come tutto quello a cui abbiamo assistito non aveva come scopo la guerra a un virus la cui letalità si discosta di poco da quella di una banale influenza, quanto l’assoggettamento delle nazioni del mondo a una volontà unica”. Affermazione delirante che poggia sul nulla e sarebbe da ignorare come chi l’ha scritta se purtroppo non esprimesse un concetto che ha preceduto e accompagnato i peggiori Pogrom e alimentato i forni di Birkenau. Durante il nazismo furono messi al rogo libri scritti da ebrei, oggi la stessa sorte dovrebbe toccare a scritti escrementizi che insinuano invereconde falsità su di loro. E non basterebbe. Mi chiedo se non sia giunto il momento che gli addetti ai lavori, gli stessi che indagano sulla legittimità delle scelte del potere esecutivo senza che vi sia dolo o colpa grave, aprano qualche inchiesta sull’istigazione all’odio razziale e religioso. Nel caso in specie non dovrebbero neanche fare la fatica di costruire un processo su prove indiziarie, come molti sono abituati a fare, sarebbe sufficiente che leggessero il libro e avrebbero raccolto le prove dirette. E comunque sorprende che sia un medico a dire dei colleghi “i medici sono diventati dei lava cessi” a Parenzo e Cruciani che lo incalzano per sapere se la superstar della Procura di Catanzaro, Nicola Gratteri, il terrore dei mafiosi, colui che ha curato la prefazione di “Strage di Stato..” ha letto davvero il libro. “Certo che l’ha letto”. E’ stata la risposta. Che lascia interdetti. Scrive infatti Gratteri: “Il libro è un’arma efficace di conoscenza: un libro inchiesta che ricostruisce la successione degli eventi, la fonte dei provvedimenti, le correlazioni talvolta insospettabili tra fatti e antefatti, sollevando angosciosi interrogativi degni di approfondimento nelle sedi competenti sulla gestione dell’emergenza pandemica”. L’ex magistrato Carlo Nordio taglia corto e fa centro:  “Per l’accesso in magistratura manca un esame, quello psichiatrico”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI