Causa disordini in Cile il film “Lina de Lima” sull’immigrazione

Tempo di lettura: 2 minuti

E’ approdato tra il dissenso generale in Cile il film “Lina de Lima” storia che mette in discussione la visione dell’immigrato in Cile. Una commedia drammatica andina, con pezzi originali di musica latina intonati dalla cantante e attrice peruviana Magaly Solier.  Dopo essere stato rappresentato in diversi festival internazionali, in “streaming” su HBO e Hulu in Nord America, il film è arrivato in Cile in versione online e in spazi cinematografici contingentati. La Solier interpreta una donna peruviana trasferitasi in Cile che dopo aver ha assorbito il primo impatto di migrante, cerca di integrarsi nel nuovo ambiente. Una realtà la sua che non è incentrata solo sul lavoro, ma un mix eterogeneo di nuove amicizie, sesso occasionale e l’approccio con altre culture. “Tutto questo in Cile è stato accolto con disapprovazione, un pregiudizio per cui un migrante non può divertirsi o provare qualche tipo di piacere perché è andato lì per sacrificarsi e lavorare” ha detto la registra peruviana Maria Paz Gonzalez. “Non è la storia di un migrante che soffre, che è punito, che è solo” ha detto la regista presentando il suo primo lungometraggio una coproduzione Cile, Argentina e Perù. Una volta stabilitasi Lina consolida i legami nel suo nuovo paese allontanandosi dallo stereotipo della “donna santa” cantando ritmi afro-latini, boleri e folklore pop. Brani, coreografia, arrangiamenti  sono eseguiti e curati dalla stessa Solier, in collaborazione con la regista. Lina indossa splendidi abiti dai colori vivaci accattivanti che canta anche in quechua, imprimendo forte magnetismo alle scene.  “Il film rappresenta più la forza che la tragedia della migrazione”, ha aggiunto Maria Paz. Il film ha debuttato al Toronto Film Festival lo scorso anno, ma la sua prima nei cinema cileni è stata sospesa a causa delle proteste sociali iniziate nel paese alla fine del 2019. “L’anteprima di novembre ha causato disordini, quindi abbiamo pensato di ripresentarlo nelle sale cilene nel marzo prossimo, anche a causa della pandemia” ha concluso la delusa regista.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI