Pozzallo. Disposto respingimento di 25 tunisini della nave quarantena “Azzurra”

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Questore della Provincia di Ragusa ha disposto il respingimento con accompagnamento alla frontiera di 25 cittadini extracomunitari di nazionalità tunisina, che a conclusione del periodo di isolamento fiduciario trascorso presso la nave quarantena “Azzurra”, approdata al porto di Pozzallo lo scorso 23 novembre sono risultati negativi al tampone. Gli stessi, fermati subito dopo l’ingresso sul territorio dello Stato, si erano sottratti ai controlli di frontiera e pertanto trasferiti presso la nave quarantena “Azzurra” per le susseguenti operazioni di identificazione e isolamento per prevenzione covid 19. Attesa l’impossibilità oggettiva di eseguire con immediatezza i decreti con accompagnamento alla frontiera, veniva disposto il trattenimento di 6 cittadini tunisini presso il Centro per i rimpatri di Roma “Torino”, per il tempo strettamente necessario alla rimozione degli impedimenti all’accompagnamento.
Per i rimanenti 19 cittadini tunisini destinatari del decreto di respingimento, non essendo possibile il trattenimento presso centri per i rimpatri, per indisponibilità di posti, veniva notificato un ulteriore decreto che ordinava loro di lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni. Nelle stesse giornate gli uomini dell’Ufficio Immigrazione sono stati impegnati anche nella trattazione amministrativa di quasi trecento extracomunitari, richiedenti asilo politico, trasferiti in parte in diverse strutture della provincia ed in parte in altre strutture italiane.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI