Il TAR ha sospeso la caccia in Sicilia

Tempo di lettura: 2 minuti

TAR Sicilia-Palermo, seconda sezione,  ha accolto il ricorso contro il Calendario Venatorio 2020-2021 presentato dalle Associazioni ambientaliste Legambiente, LIPU e WWF, e ha sospeso completamente la caccia al Coniglio per l’assenza di censimenti. Sancita l’integrale protezione delle specie Pavoncella e Moriglione tipiche delle zone umide, vietati anche immissioni e abbattimenti di Fagiano e Starna. Mentre esultano gli ambientalisti  per l’accettazione del ricorso il nuovo calendario prevede anche la chiusura anticipata della caccia a Cesena, Tordo Bottaccio e Tordo Sassello al 20 gennaio; chiusura anticipata della caccia alla Beccaccia al massimo entro il 10 gennaio; annullamento del prolungamento della stagione venatoria oltre la data del 31 gennaio.

E’ stata accolta, fatto rilevante, anche la censura alla preapertura dei primi giorni di settembre, ma purtroppo l’udienza si è celebrata solo ora.

Ma – cosa estremamente importante – il TAR Sicilia ha ribadito per l’ennesima volta alcuni principi, già fissati in altre sentenze ed anche dal Consiglio di Giustizia Amministrativa :

– ”la preminenza dell’interesse faunistico-ambientale rispetto all’interesse alla pratica della caccia”;

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI