Modicano condannato a risarcire 275 mila euro all’Asp Palermo

Tempo di lettura: 4 minuti

Anche la  Cassazione ha rigettato il ricorso presentato dall’ex presidente dell’Aias, condannato a risarcire con  sentenza definitiva, come disposto dalla Corte dei Conti  275.000 euro l’Asp di Palermo, che aveva subito il danno erariale. Secondo l’accusa l’uomo, modicano,  avrebbe usato i fondi dell’associazione  che si occupa di assistenza ai disabili e convenzionata con l’azienda sanitaria del capoluogo isolano, per soggiorni in alberghi e pranzi e cene nei ristoranti anche per i suoi familiari.

In secondo grado l”interessato aveva ottenuto una consistente riduzione della condanna che ammontava originariamente a 578 mila euro.

Secondo la Procura della Corte dei Conti, l’uomo  avrebbe imputato all’Aias la 333 mila euro per rimborsi chilometrici non dovuti, per i suoi trasferimenti da Modica a Palermo, spese per alberghi e ristoranti per 30 mila euro presso il San Paolo Palace Hotel di Palermo, pagando soggiorni per lui, il figlio, la moglie e i cognati con assegni a sua firma tratti sul conto corrente dell’Aias; spese per parcelle di avvocati per tremila euro; per incarico professionale esterno affidato al figlio per 60 mila euro, oltre alle spese per rimborso viaggi, per un totale di 152 mila euro.
Avrebbe, poi,  pagato con i soldi dall’Aias l’attività svolta a favore dell’associazione del figlio a cui il Consiglio direttivo dell’Aias aveva conferito l’incarico di consulente informatico per un importo mensile di mille euro, oltre rimborso spese per vitto, alloggio e rimborso chilometrico di 0.50 euro al chilometro. L’incarico sarebbe stato dato senza le necessarie competenze.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI