Ragusa. Sventola a San Giacomo la “Bandiera Spighe Verdi 2020”

attribuita dalla FEE ai territori dei comuni italiani virtuosi in materia di agricoltura sostenibile
Tempo di lettura: 2 minuti

E’ stata issata stamane sul pennone posto al centro della rotatoria di San Giacomo, nei pressi della locale scuola della frazione ragusana, la bandiera “Spighe Verdi 2020”, riconoscimento concesso dalla FEE ( Foundation for Environmental Education – Italia onlus) al territorio di Ragusa ritenuto virtuoso in materia di agricoltura sostenibile capace di migliorare la qualità della vita.
Nel corso della cerimonia a cui sono intervenuti il sindaco Peppe Cassì e l’assessore alle frazioni e contrade, Eugenia Spata, presenti anche il consigliere comunale Mario Chiavola ed un rappresentante di Confagricoltura, si è proceduto ad issare la bandiera “Spighe Verdi 2020”.
“Un riconoscimento molto importante – ha affermato il sindaco Peppe Cassì – che viene attribuito a quelle località meritevoli che hanno prestato particolare attenzione all’agricoltura sostenibile, al verde, all’ecologia, all’impatto ambientale. La bandiera “Spighe Verdi 2020” si aggiunge alle Bandiere Blu e Verde conquistate anche quest’anno per Marina di Ragusa che testimoniano l’impegno e l’attenzione che l’Amministrazione comunale ripone per l’ambiente, il verde e la qualità della vita. Oggi tocca a San Giacomo ricevere questo vessillo attribuito dalla FEE in quanto riteniamo che questa frazione ragusana rappresenti il luogo simbolo dell’agricoltura sostenibile”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI