Anc Ragusa a Roma per aderire alla protesta dei commercialisti

Il Presidente Paolino: "Anche nell'area iblea stanno aderendo sempre più colleghi"
Tempo di lettura: 2 minuti

Il presidente di Anc Ragusa, Rosa Anna Paolino, ha partecipato, a Roma, ai lavori del Consiglio nazionale dell’associazione di categoria dove, sotto la guida del presidente nazionale Marco Cuchel, sono state tracciate le valutazioni di massima sulla protesta dei commercialisti pronti ad astenersi da ogni attività lavorativa dal 15 al 22 settembre. “Questa volta, perché la protesta si calmi – spiega Paolino riprendendo l’intervento di Cuchel – sono necessari atti concreti. Non sono sufficienti annunci di costituzione di tavoli, di concertazione così come avvenuto nelle due precedenti volte. Sono, piuttosto, necessarie prese di posizione certe da parte del Governo nazionale nei termini di un confronto costante, istituzionalizzato, come è stato chiarito con la Consulta dei parlamentari commercialisti, su tutti i grandi temi del Fisco, del contenzioso tributario, su tutti i temi, insomma, che riguardano il nostro mondo”.
“Deve essere, però – aggiunge il presidente Anc Ragusa – posto un rimedio a quello che è stato l’effetto scatenante dell’astensione prevista questa volta, cioè la mancata proroga al 30 settembre. Quindi, è almeno indispensabile una moratoria sulle sanzioni per chi paga entro il 30 del mese. Molti colleghi sono in difficoltà. Così come si rende necessaria la riapertura dei termini per la richiesta di alcuni bonus tipo quello del fondo perduto: durante l’emergenza, infatti, molti commercialisti non sono stati in grado di potere operare oppure molte imprese non lo hanno richiesto pur avendone il diritto. E’, altresì, essenziale un allungamento dei termini per la richiesta del bonus di sanificazione che scade il 7 settembre ma solo il 20 di agosto è stata predisposta una circolare dall’Agenzia delle entrate che interviene sulle modalità di richiesta del bonus in questione”. E Paolino aggiunge: “E’ fondamentale che ci sia un ascolto specifico alle nostre richieste considerato che si tratta di istanze tese all’interesse comune e non certo all’interesse esclusivo della categoria. Rivedere il ruolo di interlocuzione passa anche da questo tipo di apertura rispetto al governo anche per il tramite del presidente della commissione Finanze al Senato, Luciano D’Alfonso, che ha già avuto modo di ascoltare qual è il contenuto delle nostre richieste. In questi giorni, Anc Ragusa ha illustrato, agli iscritti Odcec della nostra provincia, le modalità riguardanti la corretta procedura per potere aderire alla protesta affinché un numero elevato di colleghi possa condividere il percorso dell’astensione che, fino a oggi, resta indetta a partire dal 15 e fino al 22 settembre”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI