Il mercato trasferimenti 2019/2020

Tempo di lettura: 4 minuti

L’Inter nell’estate 2019 è stata sicuramente fra le squadre più attive, ma anche la Fiorentina e il Cagliari hanno chiuso diversi trasferimenti importanti. Poi il Milan che ha riportato Ibrahimovic in Italia e ha puntato su calciatori giovanissimi. Ma la regina del mercato è sempre l’Atalanta, che riesce in uscita a guadagnare risorse importanti per investire in futuro.

Inter: Lukaku-Lautaro, coppia goal d’oro che non è bastata

Addetti ai lavori, appassionati ed esperti delle scommesse calcio inserivano l’Inter del nuovo allenatore Antonio Conte fra le assolute favorite per la vittoria finale al pari della Juventus e del Napoli, che con Ancelotti avrebbe dovuto fare il salto di qualità. Ma si sa che le previsioni vengono spesso smentite dal campo e così Ancelotti ha fatto posto a Gattuso che ha nettamente alzato l’asticella delle prestazioni dei partenopei e l’Inter è uscita dai giochi scudetto proprio al “rush” finale. Il mercato dei nerazzurri aveva fatto sperare bene: Lukaku, Lautaro, Barella, Politano, Sensi, Biraghi, Godin e poi ancora Young ed Eriksen a gennaio, per un totale di ben 145 milioni spesi, a cui si devono aggiungere il valore del riscatto di Barella e Sensi. Certo la rosa ha fatto un salto di qualità enorme e la qualificazione alla Champions, le semifinali di Coppa Italia e la possibilità di arrivare in fondo all’Europa League ne sono una conferma, ma si attende la stagione prossima per valutare definitivamente il lavoro di Conte e dei suoi uomini.

Ibra e poi i “ragazzi terribili” dell’Atalanta

Fra i migliori acquisti della Serie A, anche se trattasi in realtà solo d’ingaggio, è quello di Zlatan Ibrahimovic che è tornato al Milan dopo una breve parentesi ai Los Angeles Galaxy. Lo svedese è arrivato a Milano per partecipare a un progetto importante: attorno all’esperto e vincente attaccante ex Barcellona e PSG ruotano dei giovani interessanti pieni di talento che non superano i 26 anni. L’acquisto più “anziano” del Milan di quest’anno è difatti il bosniaco Rade Krunic arrivato dall’Empoli per otto milioni di euro e compirà 27 anni il prossimo ottobre. Ma la squadra che si conferma la regina indiscussa del calcio mercato senza rinunciare alla qualità e allo spettacolo in campo è l’Atalanta. A fronte delle spese che sono state poco al di sotto dei 60 milioni di euro, i bergamaschi hanno visto entrare nelle proprie casse ben 98,40 milioni di euro, per un bilancio trasferimenti in attivo di oltre 30 milioni. Non male per una squadra che anche quest’anno è riuscita a qualificarsi in Champions League e che ha segnato oltre 120 goal in stagione fra campionato, Champions e Coppa Italia.

Il mercato estivo è sempre pieno di fascino e riempie di aspettative e speranza tifosi e appassionati. Certo non sempre le cose vanno come si immaginava e alcuni giocatori per questioni di ambientamento o di idiosincrasia con il modulo non riescono a esprimersi al meglio. Per questo motivo l’Atalanta è uno dei migliori club in Italia, ma anche in Europa, riuscendo a valorizzare nella propria squadra talenti che poi altrove spesso hanno difficoltà ad ambientarsi.

 

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI