Ragusa, campagna antincendi boschivi. Riunione in Prefettura

Tempo di lettura: 3 minuti

In relazione alla recente direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri recante “Attività antincendio boschivo per la stagione estiva 2020. Individuazione dei tempi di svolgimento e raccomandazioni per un più efficace contrasto agli incendi boschivi, di interfaccia, ed ai rischi conseguenti” si è tenuta ieri in Prefettura una riunione presieduta dal Prefetto Filippina Cocuzza, volta alla sensibilizzazione di tutte le componenti del sistema di protezione civile in relazione alle attività di previsione, prevenzione, controllo, intervento, coordinamento e soccorso da porre in essere secondo le rispettive competenze e in stretta sinergia operativa in occasione di incendi boschivi e di interfaccia.

Alla riunione hanno preso parte i rappresentanti dei Comuni, i vertici provinciali dei Vigili del Fuoco, dell’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste, dell’Azienda Foreste demaniali, delle Forze di Polizia, del Libero Consorzio Comunale, della Capitaneria di Porto, di ENEL, ANAS, Rete Ferroviaria Italiana e degli altri soggetti coinvolti nell’attività antincendio.

Il Prefetto, in apertura, nel richiamare le difficoltà di mettere in atto tutte le cautele legate all’emergenza sanitaria COVID 19, ha ricordato, tuttavia, la persistente valenza di una strategia mirata che comprenda sinergiche azioni preventive e di contrasto attuate da tutte le componenti del sistema.

Proprio in considerazione dei risultati statistici sul numero degli incendi ottenuti in precedenza, il Prefetto ha sottolineato l’importanza dell’aggiornamento dei Piani comunali di protezione civile da parte di tutti i Comuni e la puntuale integrazione degli stessi con la pianificazione rischio incendio, ove non ancora adottata, ed il contestuale, tempestivo aggiornamento in riferimento alle modifiche dello stato dei luoghi. Analogo richiamo è stato fatto alle amministrazioni comunali in ordine al puntuale ed immediato aggiornamento del Catasto delle aree percorse dal fuoco con l’apposizione dei conseguenti vincoli di legge, adempimento che costituisce anche un efficace deterrente per l’attuazione di azioni illecite di natura dolosa. A tal proposito si è preso atto della disponibilità manifestata, ancora una volta, dal Dirigente dell’Ispettorato Ripartimentale Foreste a supportare tale attività ribadendo che attraverso l’accesso diretto alla piattaforma informatica risulta agevole per i Comuni attualizzare il Catasto Incendi.

Il Prefetto ha ribadito la fondamentale importanza che riveste l’attività di prevenzione ed ha sollecitato la immediata rimozione e la mitigazione delle situazioni di pericolo che potrebbero favorire l’innesco e la propagazione degli incendi soprattutto in prossimità delle aree antropizzate, delle infrastrutture, della rete viaria e delle aree boschive e di pregio ambientale, con particolare riferimento alla scerbatura dei margini delle strade, dei viali parafuoco, delle fasce di rispetto, delle linee elettriche e delle aree private, verificando nel contempo l’osservanza delle ordinanze sindacali già adottate in materia e sottolineando l’importanza dell’intervento sostitutivo da parte dei Comuni con esecuzione in danno dei privati nei casi di inottemperanza degli stessi, da accompagnarsi con l’irrogazione delle sanzioni di legge.

In relazione al potenziamento delle forze in campo, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco ha richiamato la necessità di assicurare anche quest’anno l’apertura del Distaccamento estivo dei Vigili del fuoco a Marina di Ragusa.

Il Dirigente dell’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste ha presentato il Piano operativo Provinciale antincendio 2020 garantendo, oltre al consueto impiego di uomini e mezzi, anche l’attivazione di ulteriori mezzi che svolgeranno servizio di pattugliamento e pronto intervento. Ha, altresì illustrato i presidi attivi con il dispiegamento di forze sia per il pattugliamento che per l’avvistamento e lo schieramento di canadair e di elicotteri attivabili nei casi previsti.

Al riguardo il Prefetto ha nuovamente ribadito l’importanza della sinergia negli interventi preventivi, che dovranno avvenire previe dirette intese tra gli organi deputati alle diverse attività, affinché non sfuggano aree a rischio gestite solo da alcuni degli Enti. Di fondamentale importanza, in particolare, gli interventi di ripulitura da effettuarsi a cura di ANAS, Libero Consorzio, Comuni, Rete Ferroviaria Italiana ed ENEL che hanno assicurato che gli interventi di competenza sono già stati in parte effettuati e sono in parte in via di attuazione.

Il rappresentante dell’Azienda Foreste Demaniali ha fatto presente che gli interventi di ripulitura in bosco, attivati dalla Regione, sono già in corso nelle zone in prossimità delle strade e anche nella ripulitura dei viali parafuoco a cominciare dalle aree costiere.

In conclusione il Prefetto, in vista di una prossima riunione, nel richiamare tutti i presenti ad una fattiva e sinergica collaborazione in conformità alle direttive impartite, ha proposto ai presenti l’opportunità di utilizzare la modalità di comunicazione rapida ed efficace, attraverso una chat già attiva per altre tipologie di rischio, al fine di facilitare la massima circolarità di informazioni, veicolando con immediatezza richieste e ricognizioni di mezzi ed esigenze. Ha, altresì, invitato i Comuni a diffondere l’informazione alla popolazione sugli scenari di rischio incendi e relative norme di comportamento utilizzando i mezzi ampiamente offerti dall’attuale tecnologia al fine di promuovere la partecipazione attiva e la “cultura di protezione civile” che è presupposto imprescindibile di salvaguardia dell’ambiente e di sicurezza delle persone.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI