Conversazione tra compagni di merenda di Luca Palamara..di Michele Giardina

dialogo a mezzo chat
Tempo di lettura: 2 minuti

Conversazione a mezzo chat tra due compagni di merenda di Luca Palamara.

– Occorreva liberare l’Italia da Silvio Berlusconi. A qualsiasi costo. E l’abbiamo fatto fuori per via giudiziaria. Diversamente questo signore avrebbe continuato a farci un mazzo così chissà per quanti anni ancora.

– Scusa … Berlusconi fascista?  Imprenditore di successo, presidente del Consiglio, convinto europeo, amico anche del compagno Putin. Fascista? Che storia è questa. Avesse almeno organizzato un colpo di Stato … Avesse fatto anche un piccolo tentativo …  Niente di niente. Come si fa a dargli del fascista …  settanta e più anni dopo la caduta del fascismo?

– Non importa. Tutti quelli che non la pensano come noi, fascisti sono. Su questo non ci piove. Gaber cantava:”La fortuna è di destra e la sfiga di sinistra”. E aveva ragione. Il nostro imperativo oggi è quello di trionfare sempre e comunque con tutti i mezzi a disposizione. Machiavelli per noi è un dilettante. Capisci a me?

– Veramente non capisco. Vuoi dire che dobbiamo organizzarci in modo da imperare al di là del risultato elettorale? Magari ricorrendo, se dovesse andare male, al gioco di prestigio della democrazia parlamentare affidato a compagni “cosa nostra” eletti alla Presidenza della Repubblica?

– Hai capito bene. Non c’è religione che tenga quando si rischia di finire nell’angolo dell’opposizione. E’ un rischio che non possiamo correre. Un esempio concreto? Il governo Conte bis è una cagata bestiale. Governare con i grillini è scelta politica psicopatica. Ma così è. Resistere, resistere, resistere. Per salvare la democrazia? Ma quando mai. Resistere per salvarci il culo e impedire al centrodestra di annientarci. Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi e Maurizio Lupi al governo? Sarebbe una iattura. Diciamo per l’Italia, ma soprattutto per noi. Questi fascisti sono!!!

– Fascisti? Come sarebbe a dire? Sono già stati al governo della Repubblica italiana e nessuno di loro, ad onor del vero, può essere accusato di attentato alla Costituzione.

– Si, ma sono fascisti! Pericolosissimi!!!  E perché mai allora abbiamo fatto l’inciucio con Luca Palamara e con il procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, per fermare Matteo Salvini, ministro dell’Interno del tempo, con la storia della Sea Watch, del sequestro di persona, della liberazione della capitana tedesca Carola Rackete, degli onori organizzati per lei a livello nazionale ed europeo etc, etc?

– Storia inenarrabile, per la verità, saltata fuori grazie al trojan spia piazzato nel telefonino di Palamara. Direi pazzesca. Pari alla storia venuta fuori ieri sulla sentenza di condanna di Silvio Berlusconi per frode fiscale, costruita proditoriamente da un vero plotone di esecuzione.

– Storie inenarrabili?  Compagno devi sapere che questi delinquenti fascisti vanno eliminati con ogni mezzo. Capito?

-Si, compagno. Non ti incazzare. Io sono e sarò sempre con te. Volevo solo farti notare che non ci capisco un tubo. Per la verità ero convinto, evidentemente sbagliando, che fascisti fossero da considerare di fatto i ladri di giustizia e libertà, i complottisti, i malandrini  con il manganello della prepotenza e della prevaricazione nel cuore e nella mente. Mi sono sbagliato, scusami …

Michele Giardina

 

 

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI