Lotta spaccio. Il Pd Ragusa plaude operazione forze dell’ordine

“L’allarme che avevamo lanciato nelle scorse settimane non era campato in aria. E ringraziamo le forze dell’ordine, in particolare la polizia e il questore di Ragusa, Giusy Agnello, per avere predisposto dei servizi di controllo e di verifica contro lo spaccio che, in effetti, hanno appurato come l’area del parco Giovanni Paolo II, e non solo, sia stata presa di mira dai pusher che, a quanto pare, avrebbero spostato il loro raggio d’azione da piazza San Giovanni sino al sito in questione. Bisogna fare il possibile, dunque, per bonificare la zona e fermare i mercanti di morte”. Così i consiglieri comunali del Pd, Mario Chiavola e Mario D’Asta, che tornano a battere sul tasto della necessità di puntare il più possibile i riflettori sul fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti che “purtroppo – dicono – non risparmia i nostri figli e rispetto a cui è indispensabile un’azione sinergica da parte di tutte le istituzioni che può coinvolgere anche il Comune. Riteniamo che le attività di sensibilizzazione e di evidenziazione delle problematiche esistenti non siano inutili ma, piuttosto, garantiscano quello che andiamo dicendo da sempre e cioè che parlare del problema significa conoscerlo sino in fondo al fine di trovare le soluzioni per contrastarlo. Le numerose segnalazioni che avevamo ricevuto sul parco Giovanni Paolo II ci avevano fatto comprendere che la situazione era abbastanza complessa. Ecco perché riteniamo che questo segnale arrivato dalla polizia di Stato assuma un significato molto importante. E speriamo che le agenzie educative, gli enti territoriali e tutti i soggetti in qualche modo interessati facciano rete per attivare la controffensiva rispetto a un fenomeno che, purtroppo, esiste, è presente anche nella nostra città e va combattuto in maniera severa. Anche noi, nella qualità di consiglieri comunali, siamo pronti a fare la nostra parte, lanciando proposte, formulando suggerimenti, avanzando istanze, con l’auspicio che gli stessi, considerato che stiamo parlando di una problematica che investe tutta la collettività, possano essere presi in considerazione”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI