Senso di responsabilità per i modicani. L’intervento di Minioto

0
1294

Il senso di responsabilità e il rispetto verso i nostri concittadini e la Città di Modica, ci deve imporre, in questa fase, comportamenti adeguati. La decisione di non convocare sedute consiliari, non va letta come una scelta di esautorare l’Istituzione massima della Città del suo ruolo quanto per evitare che ci sia un assembramento ingiustificato ed ingiustificabile di almeno 36 persone all’interno di una stanza che non potrebbe contenerle. E’ il Presidente del Consiglio Comunale di Modica Carmela Minioto ad intervenire in questo particolare momento anche per la civica assise
Nel rispetto delle direttive del Governo centrale e secondo quella logica del buon senso che dovrebbe condurre ogni nostra azione ed ogni nostra scelta in questi giorni. Alla sollecitazione di una riunione del consesso perchè anche i consiglieri diano il loro contributo in unta fase così delicata e difficile, rispondo che il contributo migliore che noi, Istituzione massima della Città di Modica, possiamo dare, è quello di attingere al senso di responsabilità, restando nelle nostre case, uscendo solo per motivi seri ed impellenti, evitando una seduta che servirebbe solo a parlarci addosso, senza costrutto. E credo che su questo assioma civico, nessuno possa obiettare.
Peraltro, prosegue Minioto ho avuto notizia dalla Segreteria generale del comune, che l’Ente si sta attivando per fare in modo che, in caso di emergenze, ci sia la possibilità di riunioni in videoconferenza, in modo da condurre senza problemi, la vita amministrativa. Ovviamente, nel caso in cui ci siano comunicazioni urgenti, convocherò una conferenza dei capigruppo in modo da rendere tutti edotti delle urgenze amministrative.
Piuttosto, mi piace evidenziare e condividere le parole del consigliere, Filippo Agosta, ed il suo plauso a chi vive in prima linea anche nella nostra Città, in questa lotta contro il coronavirus: dipendenti comunali ancora al lavoro, polizia locale, operatori sanitari, chi opera nei servizi essenziali e chi sta lottando a casa e in ospedale, vittima del COVID -19. Parole le sue che invitano all’unità e alla coesione e che condivido, convinta che solo pensando così, la nostra istituzione può essere utile davvero, protagonista del percorso per uscire prima possibile da questo momento così complicato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

4 × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.