Pozzallo. La Polizia sottopone a fermo scafista egiziano indagato di avere favorito l’ingresso irregolare di 151 migranti

La Polizia, a seguito dell’arrivo di ieri mattina della nave “Asso 29” a Pozzallo ha sottoposto a fermo di P.G. uno scafista egiziano di 31 anni. La nave faceva sbarcare presso il porto di Pozzallo 151 migranti tratti in salvo poiché viaggiavano a bordo di un gommone che giungeva presso una delle piattaforme petrolifere antistanti la Libia.

Secondo i testimoni avrebbe condotto l’imbarcazione, partite dalle coste libiche. Dopo l’arrivo della nave, i migranti sono stati portati nell’hotspot di Pozzallo e gli investigatori hanno inizio le indagini. Sono state raccolte le dichiarazioni dei passeggeri che non hanno avuto alcun dubbio rispetto alla condotta dello scafista che fino a prima della partenza dialogava con i libici.

In questo caso lo scafista ha diretto il gommone verso le piattaforme petrolifere antistanti la Libia ed è rimasto in attesa dei soccorsi che gli stessi operai hanno prestato considerato che il gommone era in scarse condizioni di galleggiabilità. I testimoni hanno raccontato di aver pagato circa 1.100 euro cadauno.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI