Il presidente nazionale dell’Uici Barbuto parteciperà sabato a Ragusa alla 67esima assemblea provinciale dei non vedenti e degli ipovedenti iblei.

Il presidente nazionale dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti, Mario Barbuto, parteciperà, sabato 9 novembre, con inizio alle 10, alla 67esima assemblea provinciale dei non vedenti e degli ipovedenti iblei. L’appuntamento è in programma nella sede della sezione territoriale dell’Uici, in via Giuseppe Fucà 2/b a Ragusa. Oltre a Barbuto, altri ospiti di primo piano. Ci sarà, infatti, il direttore generale dell’Unione a livello nazionale, Salvatore Romano. Assieme a loro anche Gaetano Minincleri, presidente regionale Uici, e Linda Legname che, oltre a essere componente della direzione nazionale, è presidente del centro Helen Keller di Messina. “Per la nostra realtà territoriale – afferma il presidente Uici Ragusa, Salvatore Albani – si tratta di un momento davvero importante e prestigioso che, tra l’altro, coincide con le celebrazioni per i 50 anni di attività della sezione iblea. E’ la prima volta che il presidente nazionale viene a farci visita e sarà l’occasione per uno scambio e un confronto che si preannuncia molto interessante. Inoltre, questo evento sarà propedeutico all’avvio delle celebrazioni, che cadono il prossimo anno, per i cento anni di attività dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti a livello nazionale. Ci stiamo preparando affinché l’ospitalità possa essere garantita nella maniera migliore e, soprattutto, per cercare di garantire risposte di un certo tipo ai nostri associati”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI