Arrivano fondi per poco meno di 2,4 milioni di euro dalla Regione al Comune di Scicli

3
507

Fondi per l’ammontare di poco meno di 2,4 milioni di euro sono stati destinati dall’assessorato regionale delle Infrastrutture, servizio 7, politiche urbane abitative, al Comune di Scicli. Queste risorse economiche serviranno per riqualificare alcuni dei più importanti monumenti presenti in città. In particolare, per i lavori di consolidamento e restauro della chiesa di Santa Maria del Gesù arriverà un finanziamento dell’ammontare complessivo di 800.000 euro proveniente dalle risorse del fondo di Sviluppo e coesione 2014-2020 e rientranti nell’intervento strategico denominato “Interventi sui beni culturali storico-artistici di culto”. Altri 795.000 euro, invece, serviranno per i lavori di manutenzione straordinaria dell’immobile di via Regaldi 43 di proprietà della Congregazione delle suore domenicane del Sacro Cuore e per un intervento di recupero e conservazione del convento Santissimo Rosario. Anche in questo caso i fondi fanno parte dell’intervento strategico denominato “Interventi sui beni culturali storico-artistici di culto”. Infine, altri 794.200 euro arriveranno per i lavori di manutenzione straordinaria dell’edifico di via Francesco Mormino Penna n. 65 destinato a casa di riposo ricovero Carpentieri. In questo caso le risorse saranno prelevate del fondo di Sviluppo e coesione 2014-2020, rientrante nell’intervento strategico denominato “Interventi di recupero e rifunzionalizzazione finalizzati al miglioramento della qualità della vita e allo sviluppo sostenibile dei comuni della Regione Sicilia”. “Come è facile intuire – afferma il deputato regionale, Orazio Ragusa – questi stanziamenti provenienti dalla Regione, consentiranno al Comune di Scicli di mettere mano a una serie di azioni attese da parecchio tempo e che contribuiranno a sanare delle criticità più volte evidenziate. Ci attendiamo, naturalmente, che da parte dell’ente locale territoriale ci possa essere la dovuta attenzione per garantire il completamento dell’iter e fare in modo che lo stesso possa arrivare a conclusione nella maniera auspicata da tutti. Ringraziamo il governatore Nello Musumeci e l’assessore regionale Marco Falcone per avere raccolto le segnalazioni e avere fatto in modo che le stesse si traducessero in atti concreti. Inutile aggiungere che la possibilità di attivare cantieri così importanti in città significa anche una piccola boccata d’ossigeno per l’edilizia e per l’occupazione più in generale. Aspetti che, di questi tempi, non sono affatto secondari”.

3 Commenti

  1. A Modica basta e avanza il cioccolato e le pota-asfaltature facili, per il resto si rimane a guardare. A Ragusa c’è un avanzo di cassa di 15 milioni di euro, Sig. Sindaco a Muorica come siamo combinati con i milioni di disavanzo?

  2. Top secret, ma i modicani se ne infischiano. Il problema non è il Sindaco ma sono i modicani.

  3. @puppetta: vero, hai ragione! Ai modicani e ai corregionali, con il cervello collocato nella pancia, piacciono “i bummi ri Sangioggi”, “i puttusa antuppati a mò di leopardo”, “i macci putati” e via discorrendo ma se poi gli dici che c’è gente che non viene pagata da mesi o che il bubbone prima o poi scoppierà e che le tasse locali aumenteranno, si girano dall’altra parte. Tranne che non gli tocchino le proprie tasche e a tal riguardo ci aspettano tempi bui … anche per le vicende nazionali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

3 + 19 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.