Modica. Esercitava l’attività di meccanico senza alcuna autorizzazione. Pesante sanzione e sequestro amministrativo

4
3374

Aveva avviato un’attività artigianale alla periferia della città, senza essere in possesso di alcuna autorizzazione amministrativa. Nel corso di appositi controlli della polizia locale, è stato constatato che un giovane modicano aveva avviato l’attività di officina meccanica per la riparazione di motocicli e ciclomotori. Dai controlli effettuati sul posto dalla polizia locale è risultato che l’interessato non era iscritto all’Albo Artigiani ed operava senza avere presentato la Scia(segnalazione certificata di inizio attività). Il Nucleo Operativo di Polizia Amministrativa(NOPA), intervenuto sui luoghi ha, pertanto, proceduto a sanzionare il meccanico abusivo per oltre cinquemila euro. E’ stata appplicata anche la sanzione accessoria della confisca delle attrezzature utilizzate per l’esercizio dell’attività abusiva.
Sono in corso altri accertamenti sulla vicenda mentre l’attività di controllo delle attività è stata ulteriormente incrementata per debellare il fenomeno. Nei giorni scorsi stessa cosa era stata accertata in centro storico, dove esercitava un esercizio di somministrazione bevande e alimenti senza alcuna autorizzazione e, addirittura, occupando suolo pubblico con sedie e tavoli all’esterno.

4 Commenti

  1. A parte la considerazione che il nostro aveva provveduto all’iscrizione alla Camera del Commercio e ad avviare l’attività nel pieno rispetto delle norme fiscali e tributarie, si sono precipitati a reprimere l’iniziativa in parte illecita 3 della Guardia di Finanza, 3 Carabinieri in cerca di armi (?), una squadra dei NAS, una dell’ARPA ed una dell’Ispettorato del Lavoro, oltre ancora, ovviamente, i Vigili Urbani. Non sembra strana questa insensata ed eccessiva mobilitazione? Repressione di attività mafiosa? No, solo per reprimere una attività in parte, solo in parte, irregolare.

  2. Sì, Modica ne é piena, ma mi pare un poco eccessiva tutta questa enfasi. Nemmeno avessero beccato un malvivente di grosso calibro. Modica é piena di parrucchieri, meccanici, dopocorsisti,muratori, imbianchini, ecc… ecc… non regolari. Ma é anche piena di Medici che non emettono fattura. Quelli, nessuno li tocca mai?

  3. E non solo di questa tipologia.

    Ci sono tante FALEGNAMERIE che NON sono in regola con emissioni in atmosfera, smaltimento rifiuti speciali (verniciatura etc). Lavori eseguiti in garage delle proprie abitazioni e verniciatura all’aria aperta, senza alcun rispetto delle regole.

    Molti sanno ma non fanno nulla!!!!!

    Il lavoro nero e senza rispetto delle normative, è quello che ha rovinato e continua a rovinare la nostra Modica e non solo.

    Si sanno le cose ma tutti fanno finta di nulla!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

4 × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.