Da tre mesi non si avevano notizie di un anziano. La polizia locale di Modica interviene e lo trova allo stato brado. Ora è ricoverato

1
3203

Agli occhi degli agenti, quando sono arrivati in un’abitazione angusta, sporca, priva di servizi, si è presentata una scena raccapricciante: un uomo di 80 anni, allettato, magrissimo, senza alcuna assistenza, che viveva in quella casa, ubicata in una zona inaccessibile ai mezzi, in Contrada Scalonazzo, priva di servizi igienici e con il pavimento sporco di urina e feci. L’allarme era stato lanciato da un parente che vive all’estero. Una pattuglia della polizia locale, coordinata dal vice comandante Giorgio Ruta, si è portata in zona e, a piedi, ha raggiunto la casa. Una volta entrati all’interno “lo spettacolo” era indescrivibile. L’anziano era allettato, con abiti sporchi addosso e viveva tra le feci. La polizia locale, a quel punto, ha chiesto l’intervento del 118. Un’ambulanza si è portata in zona e gli operatori sanitari hanno dovuto percorrere con la lettiga circa 300 metri a piedi per raggiungere il vecchio immobile. Il poveretto ha dichiarato che per un certo periodo lo aveva assistito un uomo col quale, però, aveva litigato per cui era rimasto da solo senza possibilità di chiedere aiuto anche perché non aveva familiari a cui rivolgersi. Ha anche confessato che non si lavava almeno da otto mesi ed era allettato da circa tre mesi . L’anziano è stato trasportato al Pronto Soccorso e, successivamente, ricoverato all’Ospedale Maggiore. La polizia locale ha sollecito l’intervento degli organi competenti per prendersi cura dell’uomo.

1 commento

  1. Una notizia di quelle che non dovremmo mai sentire parlare.
    Essendo allettato e addirittura da solo per alcuni mesi, come ha fatto a sopravvivere e nutrirsi? Cosa ha mangiato?
    Non riesco nemmeno a pensarci come abbia fatto per tutto questo tempo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

cinque × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.