Legge 61/81, Ccn Antica Ibla: “Un appello ai parlamentari perché la legge sia rifinanziata”

3
516

“La legge speciale su Ibla rappresenta, per il borgo barocco e per il centro storico di Ragusa superiore, un fondamentale strumento di sviluppo che tutela il nostro patrimonio architettonico favorendo la promozione del territorio: chiediamo ai parlamentari della provincia di adoperarsi perché venga rifinanziata”. E’ l’appello che il direttivo del Centro commerciale naturale Antica Ibla lancia trasversalmente all’indirizzo dei quattro parlamentari regionali della provincia di Ragusa.
“Ogni anno – continuano i membri del direttivo – durante la discussione dello strumento di bilancio regionale, ci ritroviamo con la stessa preoccupazione in merito al mantenimento o meno di un capitolo di spesa dedicato a Ragusa e a Ibla in particolare. Incertezza che si ripete puntualmente e che è anche scoramento perché siamo convinti che una norma ti tale portata debba essere una certezza per il nostro territorio”.
“Ci rivolgiamo ai parlamentari regionali Dipasquale, Ragusa, Assenza e Campo, dunque – concludono – e ci uniamo all’invito già espresso dal presidente del Consiglio comunale Fabrizio Ilardo perché, pur in questi giorni di grande difficoltà, mentre il Governo che continua a ‘cadere’ per l’approvazione della Finanziaria, possano operare insieme per raggiungere un obiettivo importantissimo”.

3 Commenti

  1. ….un appello ai parlamentari affinché non diano i soldi delle tasse di tutti sempre e solo ad un solo comune, in virtù di un privilegio ormai non più sostenibile .. grazie…

  2. Ancora soldi per Ibla. Come se il barocco fosse solo li. Ma basta , non se ne più con questa Ibla; a quando i soldi per gli altri comuni?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

diciassette + 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.