Tra narrazione e realtà, il Governo dell’isolamento e della caduta…l’opinione di Rita Faletti

22
787

La popolarità non è un indicatore del successo di un governo. Di Maio e Salvini sono due esempi emblematici di popolarità e di consenso elettoral-popolare, ma il governo del quale essi sono i due azionisti principali, è espressione di un fallimento politico ed economico evidente a tutti. Le radici del fallimento sono nel contratto stesso di governo, in cui si è tentato di tenere assieme, di fatto senza riuscirvi, due mentalità diverse e due progetti di paese, se così si possono definire le riforme generaliste e imprecise contenute nel documento. Le due forze, a conferma di ciò, non si definiscono alleate, bensì contraenti, negando così una visione unitaria e coerente. L’unico aspetto che la Lega e il Movimento 5S hanno in comune, è emerso nei pochi mesi di governo ed è la volontà di far saltare i conti per uscire dall’euro e adottare una moneta diversa, forse tornare alla liretta e ripristinare l’antica abitudine alla svalutazione per essere concorrenziali sul mercato. Il piano B di Savona, i continui attacchi alla Commissione europea, alla Bce e le recenti insinuazioni di bassa lega su Mario Draghi di Giggino, avallano questo sospetto. E se ritorniamo ai tempi antecedenti al 4 di marzo, in campagna elettorale quei propositi li troviamo tutti, ripetuti e sbandierati. Ecco perché gli inviti della Commissione europea a riscrivere la manovra di Bilancio sono finora caduti nel vuoto. I due guastatori della finanza pubblica, hanno fatto della sfida all’Europa il loro modus operandi, confidando di arrivare alle elezioni del prossimo maggio che, a loro giudizio, dovrebbero risultare in una sconfitta degli europeisti. Il piano B di Savona sarebbe pronto. Ma ci sono dubbi che ciò accada: i movimenti populisti e sovranisti europei non intendono rinunciare ai vantaggi che derivano dallo stare nell’Unione e di cui hanno avuto più che un assaggio. Il forte dubbio è, invece, che all’appuntamento del 2019 si arrivi completamente isolati e impoveriti. Una spia di allarme è il pil uguale a zero nel terzo trimestre di quest’anno. E’ anche possibile, peraltro, ed è una speranza, che, in caso di vittoria degli europeisti, se fino ad allora non si sarà più parlato di reddito di cittadinanza e riforma della legge Fornero, i due si rallegreranno per averla scampata bella e poter dire ai loro elettori che la colpa delle mancate riforme è dell’Europa. Una strategia ormai vecchia che ha stufato. “Porteremo le nostre riforme nel mondo” ha dichiarato il premier Conte di fronte a una platea di persone incerte se credere alle loro orecchie o scoppiare a ridere. Ma questo è il governo sventura che ci tocca sopportare, in bilico tra la realtà e una narrazione che si arricchisce di giorno in giorno di nuove fandonie indispensabili alla tenuta delle precedenti.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

22 Commenti

  1. il vero fallimento politico ed economico evidente e testato sulle spalle dei comuni cittadini è stato quello dei vari RENZI GENTILONI BERLUSCONI MONTI ETC ETC. Loro si’ che hanno procurato danni irreversibili a quasi tutti gli strati sociali. Nonostante Lei,con i suoi articoli e con la sua indubbia preparazione culturale tanti di farci capire il contrario, io resto fermo col mio convincimento che Renzi e tutta la Sua tanto amata (pseudo)sinistra,non solo ha fallito nel suo intento, ma ha anche procurato notevoli danni fisici e d’immagine all’Italia, quell’Italia che adesso si sta tentando di farla ritornare Patria e non terra di conquista di popoli stranieri .

  2. @renato c.
    Cerco di sintetizzare: i danni fisici e d’immagine all’Italia, che Lei attribuisce ai governi citati, non saranno niente in confronto a quelli che i gialloverdi, che fatico a definire governo, produrrebbero, dovessero realizzare le riforme contenute nel contratto. Non sono io a voler convincere di questo, sono i numeri che si oppongono alle fandonie dei due bercianti al potere. Basta che parlino e cresce lo spread, la borsa scende, gli investitori scappano e gli speculatori si preparano. A riforme attuate, e Dio non voglia, la situazione sarebbe più o meno la seguente, sempre stando ai numeri: debito pubblico ai limiti della sostenibilità, recessione dell’economia, sofferenza delle imprese, aumento del numero dei disoccupati e dei perdenti lavoro, aumento dell’infedeltà fiscale e dell’abusivismo edilizio , aumento della tassazione, aumento dei tassi di interesse sui mutui, contrazione nella concessione degli stessi, impoverimento generale, in particolare a danno degli onesti ( a proposito di onestà onestà onestà) che sarebbero costretti a sopportare il fardello più pesante di una spesa strutturale costituita dai miliardi messi a disposizione di parassiti che il lavoro preferiscono non cercarlo perché stare a casa, seduti o no sul divano, è più proficuo che andare a lavorare. In quanto alla conquista da parte di popoli stranieri, e non si capisce come, se non a seguito di un conflitto, mi pare che non siano affatto attratti da noi, anzi, stanno liberandosi dei nostri titoli di stato. Il rischio è che, con questo trend, ci lascino in brache di tela. Per concludere, si faccia una domanda: questa è la Patria che io voglio? Questo è il paese in cui investirei i miei soldi? Saluti. R.F.

  3. Renato, vede il mondo al rovescio! Condiviso l’analisi della signora Faletti. Ancora c’è gente che non si è resa conto, perchè crede che questi incapaci non hanno toccato le proprie tasche ma cercano ti toccare le tasche ed il futuro dei nostri figli. Tantissima gente come Renato si intestardisce a non vedere la realtà, una manovra fatta orgogliosamente a debito, debito che pagheranno i nostri figli… ma forse lei non ha figli, oppure è una persona egoista. Booooooooooh!

  4. Già solo il fatto di non vedere sempre sulla poltrona i soliti affaristi mascherati da politici, manipolati da un’Europa che è nelle mani delle lobby finanziario/massoniche…mi rincuora parecchio.
    Dott,ssa Faletti e sign.Pippo rispetto le Vs previsioni pessimistiche e catastrofische, ma non vi sorge il dubbio che questo tipo di politica sia piu’ vicina al popolo e molto piu’ distante dai poteri forti? O forse siete dalla parte di essi? La sinistra governando e (autodistruggendosi) ha dimostrato di essere dalla parte non del popolo ma delle banche e dell’Europa finto/buonista dell’accoglienza–e poi ha adottato manovre che hanno stroncato gli italiani già boccheggianti dopo lo scempio fatto dal Berlusconismo.
    Io ( e milioni di italiani stanchi della politica di vecchio stampo) resto fermo nei miei convincimenti.
    e non parlo di ideologie politiche di destra o sinistra,quelle non esistono piu’ da un po.

  5. Concordo in pieno con Renato. La politica per come è stata intesa e fatta per decenni, ha distrutto il ” Bel Paese”. Per quanto possano nuocere(è tutto da dimostrare) questi nuovi arrivati, so per certo che non sarebbe dovuto a “dolo” voluto e perseguito con convinzione, come invece hanno fatto i precedenti politici (molti dei queali di Bocconiana estrazione). Ai posteri ……….

  6. Ai posteri la scrittura della storia, certo Paolo Ferrara, ma i nostri figli dovranno pagare i danni fatti da questi incapaci. Se la situazione precedente era difficile, questi incompetenti faranno danni enormemente maggiori rispetto a prima. Se lei è tranquillo così e discute quelli di estrazione bocconiana e si affida a sciocchi e sguaiati, vuol dire che non ha figli, auguri.

  7. Hai ragione puppetta, ma le parole di sciocchi che riportano senza capire il significato delle parole tutti gli slogan pentagrillini continuano a fare danni. Se lei chiede a Paolo Ferrara di spiegarci ciò che vuole dire, stia sicuro che non lo dirà, semplicemente perchè non lo sa. Lui riporta l’affermazione che prima c’erano i bocconiani e (secondo lui) non hanno fatto nulla, anche se non ha l’umiltà di dire che lui non ha idea di quello che i bocconiani hanno fatto. Ed oggi, siccome i bocconiani non hanno fatto nulla (secondo Ferrara e stu Renato), ci affidiamo ad incompetenti ed orgogliosamente incapaci, lui non riflette che magari occorrerebbe affidarsi a persone ANCORA PIU’ COMPETENTI, e non ad incapaci. Naturalmente in queste sciocchezze non c’è nulla di logico, ma Ferrara e Renato non lo vedono. Gli italiani che non comprendono e si affidano per un tozzo di pane ad incapaci fanno e faranno il male dei nostri figli e nipoti, ma nessuno si vergogna.

  8. @Ferrara e Renato
    E consideriamo un’altra cosa, che i 5S non accettano il contraddittorio nelle trasmissioni alle quali partecipano con la clausola di non avere oppositori che assicura loro di poter dire scemate in libertà senza che nessuno li contesti. Infatti, il più delle volte fanno figuracce, e i loro “acculturati” fan manco se ne accorgono.

  9. Caro Pippo il comunismo per fortuna è finito da un bel po,fattene una ragione. Qui stiamo parlando di cambiaento radicale nel fare politica, se a te sta bene tutto lo scempio fatto dai passati governi, sono affari tuoi. Sappi che io non sono mai stato un pentastellato e neanche un leghista, io sto dalla parte del politico onesto che si lotta per il popolo e prende le distanze dalle LOBBY AFFARISTICO MAFIOSE cosa che ha fatto il tuo matteo renzi ed anche coloro che lo hanno preceduto. Stu renato la testa ce l’ha e devi convincerti che non sono io che li ho portati al governo ma MILIONI di Italiani delusi e stanchi da politici avidi,ingordi e sottomessi al potere massonico decisionista. Adesso il cordone ombelicale con lEuropa un po si sta staccando,stiamo recuperando in dignità, non fatevi illudere dalle false e finte speculazioni mediatiche su spread e fesserie varie, è solo un meccanismo perverso per ostacolare un governo furi dagli schemi che da fastidio ai Grandi del Potere.Di Maio e Salvini incompetenti? Puo’ darsi, ma se paragonati a Renzi sono dei luminari, e Conte? il primo Premier che non ci ridicolizza al cospetto del mondo intero

  10. Contro i luoghi comuni e a difesa della realtà:
    flessione del 13 per cento sul fronte delle assunzioni a tempo determinato. Tito Boeri, invitato a dimettersi dai soliti due, aveva previsto la perdita di 8mila posti di lavoro per dieci anni dopo l’approvazione del decreto dignità. Aveva regione. In agosto: assunzioni 359.943 contro le 401.557 del 2017. Nel settembre di quest’anno occupati=-0,1 per cento, cioè – 34mila unità. In lombardia, nel terzo trimestre: -37 per cento, di cui il 63 per cento dei profili tecnici. In settembre, contratti: -12mila. Abolizione della povertà o più disoccupazione?

  11. Il Governo Conte è il sessantacinquesimo governo della Repubblica Italiana, il primo della XVIII legislatura, in carica a partire dal 1º giugno 2018.
    Quindi parliamo di 5 mesi e 14 giorni.
    E VOLETE ATTRIBUIRE TUTTI I MALI DELL’ITALIA IVI COMPRESE LE STATISTICHE OCCUPAZIONE /DISOCUPAZIONE A QUESTO GOVERNO??
    MA VI RENDETE CONTO CHE A FORZA DI FARE OSTRUZIONISMO E CRITICHE STERILI A QUESTO GOVERNO VI STATE RIDICOLIZZANDO E AUTODISTRUGGENDO?
    <lE INTERVISTE IN TV DEI VARI OPPOSITORI IN PRIMIS PD E FORZA ITALIA ORMAI FANNO RIDERE,ANNASPANO E NON SANNO COSA INVENTARE

  12. Leggere le sue cose è assolutamente patetico Renato, mi scusi, ma è evidente che lei è fuori dal mondo. Addirittura accusa di comunismo chi critica questo governo, un governo che vorrebbe portare avanti lo sfascio dovuto dal reddito di cittadinanza, norma che è oltre che comunista, ma si rende conto di ciò che scrive? Renato, mi perdoni, ma si fermi a riflettere, qua non centrano le ideologie. Un governo che porta avanti cose comuniste come lo sperpero di risorse per pagare gente che non lavora anziché aiutare gli imprenditori e poi condoni che neppure nei tempi del berlusconismo si osava fare, ma Renato dai, lei cosè un evasore e vuole il condono oppure un disoccupato che vuole essere mantenuto, così noi ce ne facciamo una ragione. Aspetto la sua risposta Renato, ma non si offenda, moltissimi non hanno compreso niente come lei.

  13. In effetti sono trascorsi appena 5 mesi, è poco per dare un giudizio.
    Aspettiamo che entri in crisi il sistema bancario e poi vedremo se prenderanno i soldi degli italiani per sostenere le banche o meno.
    L’Europa ha fatto danni?
    Quando saremo fuori, e lo saremo perché questo è quello che vogliono i due primi ministri, ne riparleremo.
    Dopotutto si comportano già come chi li ha preceduti, presidente del consiglio non eletto, occupazione delle poltrone e finanche degli sgabelli, insofferenza verso la stampa, ma tutto questo a mio avviso ci sta.
    Quello che non ci sta è che sono estremamente divisivi e questo si evince dai vari blog dove l’offesa è la norma, sono falsi in ogni loro parola od atteggiamento, il condono fiscale diventa pace fiscale, il condono edilizio, vedi Ischia, non so cosa diventa, l’alleanza di governo diventa contratto, le persone diventano popolo o cittadini.
    La tap, una settimana e fermiamo tutto, non è successo, dicono che c’erano le penali, falso.
    Con la TAV finirà allo stesso modo. Così come la riqualificazione dell’Ilva.
    Dimenticavo il MUOS, quando lo bloccheranno? Non possono perché gli americani non vogliono.
    Hanno costruito il consenso su un mucchio di falsità e illusioni.
    Questi sono forti con i deboli e deboli con i forti.
    Sono come la peste, quando la prendi, se non ti uccide, prima o poi ne guarisci, ma solo alla fine faremo eventualmente la conta dei morti.
    Per chiudere, auguro di ricredermi, sarò felice di chiedere scusa.

  14. x Zulu & Co.
    siete voi fuori dal mondo e confermate di essere soddisfatti delle malefatte dei governi che hanno preceduto quello attuale,che vieneattaccato da tutti perchè innovativo e non succube della marcia politica europea

    Reddito di cittadinanza: ecco come funziona in Germania
    Di Roberto Rossi -02/02/2015

    Mentre in Italia si continua a parlare – invero, senza grande convinzione – della possibilità di introdurre un reddito di cittadinanza, in Germania l’assegno di assistenza sociale per tutti è realtà da diverso tempo. Ma come funziona? E siamo certi che il modello tedesco possa essere importabile anche all’interno dei nostri confini?

    Sommario [hide]

    1 Hartz IV
    2 Quanto spende lo Stato tedesco?
    3 Controlli severi
    4 Importo variabile a seconda delle esigenze
    5 Sopravvivenza e umiliazione
    Hartz IV
    In Germania il reddito di cittadinanza – o, meglio, assegno di assistenza sociale – ha un nome poco rassicurante, ma un contenuto piuttosto bonario. L’Hartz IV ha un importo di 399 euro al mese oltre l’alloggio, e viene erogato nei confronti di tutti, anche a coloro che non hanno lavorato neppure un giorno.

    Quanto spende lo Stato tedesco?
    Attraverso l’Hartz IV lo Stato tedesco eroga assegni nei confronti di 3,4 milioni di famiglie o, se preferite, 7 milioni di assistiti. Spendendo, in totale, oltre 50 miliardi di euro l’anno. Insomma, una cifra non facilmente sostenibile.

    Controlli severi
    Alla spesa legata all’assegno di assistenza sociale occorre altresì aggiungere le spese legate ai controlli, piuttosto severi, finalizzati a comprendere se si ha veramente diritto al reddito di cittadinanza, o meno. I controllori hanno la facoltà di arrivare direttamente a casa dei beneficiari e controllare con chi si dorme: si può coabitare con un partner (naturalmente), ma a patto che costui non riceva nessun assegno.

  15. Egregio Renato, ma guardi che lei non c’è e non comprende ciò che le abbiamo scritto io e altri. Nessuno può ritenersi mai soddisfatto di un governo giacché la realtà è dinamica e quello che va bene un tempo deve essere sempre migliorato, cosa crede? Ma il fatto è che il governo attuale è enormemente PEGGIORE dei governi precedenti, di tutti, credo che l’attuale sia il peggiore della storia della Repubblica. Se nei governi precedenti qualcosa non andava per incapacità e magari doveva essere migliorata con politici migliori e NON con incapaci ed incompetenti oltre che razzisti e disonesti. Oggi abbiamo i peggiori, mai si erano visti condoni come quelli attuali (onestà un cavolo Renato…) sanatorie edilizie, buttare soldi dei contribuenti creando lavoro nero per rubare redditi di cittadinanza dallo stato che dovrà essere pagato dai nostri figli, roba da vergognarsi, razzismo, moltissime persone muoiono in mare perché le ONG non possono intervenire, ma tantissimi arrivano lo stesso nelle nostre spiagge con i barconi come alcuni anni fa’, ma questo governo è incapace di rimandarli a casa come aveva promesso… altro che cialtroni. Ma lo vede Renato oppure ha chiuso gli occhi e le orecchie? Lei parla della Germania, ma si rende conto che l’Italia non è la Germania oppure qualcuno glielo deve spiegare, si svegli, ma…. mi scusi, non se ne può più. Una cosa è certa signor Renato, fra pochi mesi VI NASCONDERETE COME CONIGLI voi che avete votato 5 stelle e avrete causato lo sfascio dell’Italia. Roba da vergognarsi.

  16. Nel sistema economico è sociale tedesco il reddito di cittadinanza è compatibile. In Italia è un po diverso, abbiamo un debito troppo elevato e gli italiani hanno un senso dello stato assai discutibile, ci vorrebbe un controllore per ogni avente diritto, potremmo ipotizzare che se sono 5 milioni gli aventi diritto, metà lo percepiscono come diritto e metà lo percepiscono come controllori.
    Il problema è che questo governo nasce sbagliato, all’interno ci sono agnelli, volpi e lupi, con un po’ di fantasia potere immaginare chi prenderà il sopravvento e quali interessi saranno tutelati.
    Il condono fiscale, scusate, la pace fiscale a chi serve? Solo un dato per snebbiare qualcuno, il 48% dell’evasione totale avviene in una sola regione, la Lombardia.

  17. sai che mi hai convinto zulu?? la prossima volta votero’ gente perbene come la boldrini renzi e tutta la compriccola salva-africani.
    Sappi che non ho mai votato 5 stelle e mai lo faro’,anzi sono stato il primo a dubitare di questo movimento e so di Casaleggio (padre) cose che nemmeno immagina. Pero’ quello di 5 stelle e Lega mi consenta (un termine dell’ei fu berlusconi), è un governo nuovo,giovane.Finalmente non vediamo i soliti vecchi cuialtroni politici incravattati finto/perbenisti che HANNO tolto il futuro ai Miei e ai Tuoi figli,facendo entrare masse enormi di extracomunitari facendo arricchire mafie e affaristi di tutte le specie.,salavando il deretano a gruppi bancari importanti semicollassati, vergognatevi, un giorno piangeremo lacrime amare tutto questo falso permissivismo che altro non fa che togliere quel piccolo boccone di pane che ci restava da dare alle future generazioni.

    n-b- ma fateli lavorare,in 5 mesi hanno realizzato cose che nemmeno in 5 anni i tuoi beniamini hanno saputo fare, adesso tutti bravi a criticare e trovare soluzioni, renzi docet, ahaha. ridicoli

  18. @Gattocomunista
    Dati evasione fiscale settembre 2018:
    Campania 27,4 per cento
    calabria 23,4
    Sicilia 22,3
    Puglia 22,2
    centro 16,5
    Nord ovest 14,1
    Nord est 13,4
    Lombardia 12,7

  19. Secondo me gli africani le hanno fatto qualcosa di brutto, per avercela tanto con loro, è chiaro questo, ma a me non interessa, io parlo in generale e dell’interesse collettivo. Fa bene a votare chi vuole, ma stia tranquillo che gente come lei che non si capisce chi ha votato, e veramente neppure mi interessa, è la gente responsabile… I suoi figli capiranno più di lei, stia sicuro.

  20. a me per fortuna gli africani non mi hanno fatto nulla, ma chiedilo alle migliaia di persone che hanno subìto aggressioni,violenze stupri da sedicenti richiedenti asilo o finti poveracci che arrivano con cellulari meglio del mio e del tuo,,,svegliati zulu. Il disegno di gente perversa che vuole che l’islam prevalga sulle altre religioni e conquisti sempre piu territorio si sta realizzando,grazie alla complicita’ ingenua? no,,direi ottusa e collusa di un europa falsa e nemica della gente comune, e la politica italiana pre salviniana nel futuro prossimo dovrebbe essere messa sotto inchiesta per crimini contro la propria nazione e contro i diritti della gente,calpestati in maniera spudorata, basta pensare ai terremotati o alluvionati che ancora aspettano le case, di contro i profughi vengono accolti in alberghi e centri di accoglienza costosissimi per le nostre tasche..ma e’ parlare perso, caro zulu, chiudo qui il mio sproloquio, senza rancore, auguriamo tutto il bene alla nostra povera italia, terra allo sbando e alla merce’ di tutti

  21. @R.F.
    I suoi dati saranno corretti, ma i miei non sono sbagliati.
    Lei parla di percentuale di evasori in base ai contribuenti, io parlo di percentuale sul valore globale dell’evasione.
    Lei pensa che la Lega sia stupida?
    Quelli sono i lupi che presto si trasformeranno in sciacalli.
    @ Renato
    In un paesino montano di 60 abitanti hanno intervistato gli adulti.
    Hanno domandato quale fosse secondo loro il pericolo più rilevante per l’Italia.
    Risposta: gli immigrati.
    Nel loro paesello non ne hanno mai visto uno.
    Fra la percezione e la realtà ci sono i media che sfornano spazzatura tutti i giorni.
    Per finire intanto anche Lei pagherà la ricostruzione delle case dei poveri abusivi di Ischia.
    Hanno fatto di sicuro meglio di chi li ha preceduti, perché questo non è il vecchio abusivismo, oggi lo chiamano abusivismo di necessità, per necessità si sono fatti la cassetta ad Ischia, valore a mq. oltre 5.000 €, catapecchie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome