Consorzio di Bonifica. La Corte d’Appello dice no alle sanzioni e recupero COSAP da parte del Comune di Modica

1
1183

La Corte d’Appello di Catania (Prima Sezione Civile) ha accolto l’appello proposto dal Consorzio di Bonifica n. 8 di Ragusa, patrocinato dall’avvocato Guglielmo Rustico, avverso la sentenza del Tribunale di Ragusa che aveva rigettato l’opposizione del Consorzio all’irrogazione di sanzioni e recupero COSAP da parte del Comune di Modica.
Quest’ultimo aveva raggiunto un accordo con l’Ente di Sviluppo Agricolo con cui si concordava che il COSAP dovuto in dipendenza dei lavori di costruzione dell’acquedotto rurale di S. Rosalia dovesse gravare sul Consorzio di Bonifica n. 8 e non già sull’E.S.A. quale costruttore dell’acquedotto. Di conseguenza aveva provveduto ad intimare al Consorzio il pagamento del COSAP e delle relative sanzioni per un importo complessivo di 1.069.125,47 euro.
La Corte d’Appello di Catania, ritenuto che ad essere tenuto al pagamento è unicamente l’Ente di Sviluppo Agricolo, ha accolto in pieno l’opposizione del Consorzio annullando l’atto di irrogazione al Consorzio delle sanzioni e di recupero del COSAP e condannando il Comune di Modica alle spese di entrambi i gradi del giudizio.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

5 × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.