Omicidio a Ragusa, c’è la convalida del fermo per l’ex marito della vittima

0
684

Il gip Ivano Infarinato ha confermato il fermo di Giuseppe Panascia, accusato dell’omicidio dell’ex moglie Maria Zarba di 66 anni, trovata uccisa nella sua abitazione a Ragusa. L’uomo, dunque, resta in carcere. Durante l’interrogatorio di garanzia, Panascia ha ribadito più volte la sua innocenza: “Non sono stato io”.

Panascia ha raccontato di essere stato a casa della donna il giorno prima del delitto, ma di essere andato via prima che lei si recasse a messa. L’uomo ha ipotizzato che qualcuno possa entrato dalla finestra che dava all’interno del cortile. Il suo avvocato, Valentino Coria, ha nominato un medico legale, come consulente tecnico di parte, che parteciperà all’autopsia prevista per oggi.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

1 × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.