Modica: “Le due anime dei 5 Stelle perse in un bicchiere d’acqua”

5
1689

“L’ultima uscita dei 5 Stelle modicani sulla questione dei pozzi d’acqua ci ha lasciati letteralmente senza parole”. La maggioranza consiliare al Comune di Modica commenta il comunicato stampa del Laboratorio 5 Stelle riguardo alla vicenda dei pozzi idrici. “Abbiano notato che a scriverlo non è stato il Movimento 5 Stelle ma un manipolo di simpatizzanti grillini autodefinitisi “laboratorio 5 stelle” capeggiati dall’ex candidato a Sindaco Carlo Cartier – scrive la maggioranza consiliare – . D’altronde colui che riconosciamo come unico rappresentante ufficiale del Movimento è il consigliere Medica che nei giorni scorsi si è ufficialmente discostato dalla posizione dei simpatizzanti. Dunque a parlare non è il Movimento5Stelle ma i membri del Laboratorio. Un po’ come se i comunicati stampa della Juventus li scrivessero i Drughi bianconeri. Il capo ultras di questa curva è Carlo Cartier che, in evidente contrasto con il consigliere Medica voce storica del Movimento a Modica, ha preso questa iniziativa rappresentando non si sa quanti e non si sa chi tra grillini militanti ed ex grillini. Insomma Carlo Cartier, uno, nessuno e centomila per citare un’opera tanto cara a chi mastica di teatro. La domanda (maliziosa ma pertinente) è la seguente: Cartier scrive libero da ogni condizionamento o il non essere stato riconfermato nel ruolo di direttore artistico della Fondazione Garibaldi potrebbe(minimamente sia chiaro…) aver influenzato la sua opinione sull’attuale Amministrazione? A parte la confusione che regna sovrana in una parte dei grillini, dal comunicato emerge intanto l’ostilità del Laboratorio alla realizzazione della condotta idrica nel quartiere Caitina e Via Silla – Via Fabrizio visto che gli è andata di traverso la determina del 2 agosto 2018 con la quale si approva il progetto per la realizzazione di tale condotta. Tale opera è necessaria a prescindere dall’affitto o meno del pozzo idrico, una verità lampante che viene ignorata. Infine la convenzione con B&C per il pozzo di c.daMichelica è stata rinnovata il 18 luglio scorso (una delle poche cose corrette di quel comunicato) ma si omette di dire che non è stata una libera scelta dell’Amministrazione ma una necessità per non lasciare a secco un intero quartiere. Purtroppo non potremo mai sapere sotto la sindacatura di Carlo Cartier come sarebbe stata gestita questa situazione. Probabilmente con la stessa chiarezza nella quale naviga una parte di grillismo militante modicano. La stessa chiarezza che ha fatto rimediare loro una sonora batosta alle amministrative subito dopo lo straordinario successo di regionali e politiche”.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

5 Commenti

  1. Si, tutto corretto, ma vogliamo entrare nel merito e dire chiaramente che questi pozzi -tutti e Tre- costano ad ognuno di noi una cifra esorbitante? E se si ragionasse in termini di esproprio per pubblica utilita’?

  2. In certe occasioni il Silenzio è d’oro , in questo caso sarebbe stato di”californio”(25.000.000 euro al grammo).
    Non solo hanno dato conferma di quanto si sussurrava , cioè che Medica era molto (fin troppo) vicino all’amministrazione , ma lo difendono spudoratamente .

    Colpiti nel punto debole , provano a contrattare , dimostrando le proprie responsabilità .
    Provano ad attaccare Cartier , e lo faranno ancora , saranno capaci di riesumare chissà che cosa . . .
    Non hanno capito che le loro malefatte hanno i giorni contati . . . visto le loro reazioni !

    Cartier non avrebbe più collaborato (sempre a titolo gratuito)con la Fondazione teatro Garibaldi per il fatto che altri si sono autoeletti a “direttore artistico” , con tanta poca umiltà .

    Medica si sente appoggiato dalla Campo e da qualcuno ai”cancelli”nelle sue grazie a Palermo , e cerca di fare la voce grossa . . . ma . . .
    Ma non sa che Modica lo ha visto candidato più volte in partiti diversi , sempre perdente . Perchè ?
    Ora verrà travolto dalla sua “ignavia” , incalzato dai componenti il laboratorio che ha tradito .

    I”CONDIZIONATI” , sono soltanto coloro che da consiglieri non sono LIBERI di portare avanti le loro proposte o le loro idee .
    Ed in silenzio ed a capo chino dicono sissignore sempre e comunque .

  3. In merito non metto lingua : rischierei di venire”gambizzato” o accusato di “stalker mediatico”.
    Dovrebbe intervenire l’A.G. sempre se autorizzati a muoversi . . .

  4. Come scrive @Che ne pensi terrorista?, i consiglieri di maggioranza non entrano nel merito perchè non ne hanno le capacità o non possono entrarci onde evitare l’auto-castratismo. Ritengo che l’assenza di una “giustizia” efficace tutto finirà con una mangiata di cannoli …. anche se è successo che i cannoli a qualcuno sono andati per traverso! La magistratura non ha compreso che questi soggetti si sentono autorizzati a fare quel che c…o che vogliono e quindi o muove le chiappe oppure perderemo la fiducia anche in questa Istituzione come l’abbiamo persa in altre!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome