Il Poligrafico e Zecca dello Stato Italiano produrrà i bollini identificativi della IGP Cioccolato di Modica.

7
2455

Si è svolto ieri a Roma, presso la sede della Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche , l’incontro tra il Poligrafico dello Stato rappresentato da Luca Sciascia, il Sindaco del Comune di Modica Ignazio Abbate ed il Consorzio del Cioccolato di Modica rappresentato dal Presidente Salvo Peluso e dal Direttore Nino Scivoletto.
L’incontro promosso da Mauro Rosati Direttore Generale di Qualivita ha registrato la presenza di Luca Valdetara in rappresentanza dell’Organismo di Controllo CSQA.
Sciascia ha illustrato lo studio grafico elaborato dall’IPZS che consentirà al cioccolato di Modica di assicurare ai consumatori la tracciabilità del prodotto, bloccherà sul nascere ogni tentativo di contraffazione e attraverso un codice univoco ed un codice di controllo, consentirà al CSQA e quindi al Consorzio di monitorare il processo produttivo del cioccolato di Modica.
Il bollino nel rispetto della normativa europea e del disciplinare di produzione, sarà realizzato con la caratteristica fluorescenza che contraddistingue anche la carta moneta, e conterrà il logo europeo IGP e quello identificativo del prodotto. La gestione dei bollini sarà regolamentata dal Piano di Controllo e assicurata dall’organo di controllo stesso.
Al termine della riunione la delegazione modicana, unitamente a Valdetara si è diretta al Ministero dell’Agricoltura per incontrare il Dirigente della Qualità Luigi Polizzi.Oggetto dell’incontro la definizione delle modalità di gestione degli incarti residui da parte delle aziende produttrici limitatamente a quelle che si assoggetteranno al regime di controllo IGP. In tale direzione il Consorzio avanzerà al Ministero una richiesta di deroga che potrebbe essere concessa per un periodo compreso fra i tre e i nove mesi. Il Dott. Luigi Polizzi ha inolte comunicato che la registrazione della IGP Cioccolato di Modica è programmata entro le prossime tre settimane. Infine, la delegazione ha incontrato la segreteria del Ministro Centinaio per consegnare l’invito ufficiale per la prossima edizione di Chocomodica 2018.

7 Commenti

  1. Ma perchè le rode così tanto ?
    Non sarà uno di quelli che ha fatto di tutto , mettendo i bastoni tra le gambe dei consorziati ?
    Ma rassegnatevi . .

  2. Cittadino, le roderà a lei probabilmente! Io credo che nella vita, come nel commercio e nell’amministrazione della cosa pubblica, bisogna essere il più corretti possibili, primo per la propria dignità personale e poi per la propria credibilità! In questo caso, pur sapendo di fare una figura di peracottari, perché la gente non è stupida ed ancora qualche neurone l’ha che funziona, da mesi spacciano l’ottenimento del marchio IGP come già avvenuto, persino in campagna elettorale da qualcuno è stato venduto così ed invece ancora oggi è solo una chimera che sembra irraggiungibile (ancora tre settimane)! Le sembra cosa seria e degna di professionisti? Ad altre latitudini italiane proprio per questo modo di fare avrebbero chiuso i battenti da parecchio tempo! Questa è una delle politiche, fallimentari, che alla lunga lede anche la credibilità di un territorio. Poi per il marchio IGP è una delle tante pezze che si crede di mettere ad un prodotto autoctono che di autocnono nulla ha, manco la pasta base che viene usata! La invito a leggere un libro di Alberto Grandi (è un professore universitario di Padova, non uno dei tanti ciarlatani) che smonta “il mito” del cioccolato modicano come di tanti altri prodotti italiani dalle origini e sviluppi dubbi!

  3. @ Artur :
    Parla . . parla .. anzi scrive , ma non da risposte .
    A dire il vero da quel che scrive e come , ho ben capito chi è , e perchè le brucia tanto .
    Ma cavolo se l’ è proprio cercata , e non è finita .
    Ma quanto le costava chinare il capo ?

  4. Beato lei che ha capito tutto e chi sono. A volte nemmeno io so chi sono! Ma mi faccia il piacere! Non capisco nemmeno cosa mi dovrebbe bruciare, caro cittadino! Piuttosto sembra che potrebbe bruciare a lei che sta aprioristicamente difendendo l’indifendibile! L’IGP e’ uno strumento di propaganda e di pubblicita che lascia il tempo che trova e nel caso lo dovessero concedere, perché ancora non è stato concesso, anche lo hanno già venduto da tempo per tale, non cambierà un bel niente per Modica e per i Modicani
    Dimenticavo, per finire, forse qualcosa cambierà per lei, ma credo solo per lei e per chi sta vendendo la pelle dell’asino prima che questo sia morto!

  5. e io che pensavo che Artur e cittadino fossero la stessa persona…invece sta diventando meglio di un film di Hitchcock!

  6. @ Drugo :
    Conosco “cittadino”, e posso dirti che conosce bene la diatriba scatenatosi sul brand cioccolato .
    Per tua conoscenza , mi risulta inoltre , che sono in atto azioni giudiziarie , sempre facendo riferimento al cioccolato .
    Nei fatti un giornalista è stato denunciato , per ben due volte , dallo stesso produttore che così facendo ha cercato di screditarlo . . ma”carta canta” ed avremo a breve delle novità .
    In alcuni casi si denuncia per intimidire , e possibilmente zittire chi è a conoscenza di fatti .

    @ Arthur :
    Cosa sa dirmi delle “cumarine” naturali o sintetiche presenti nel cioccolato alla cannella ? ?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

9 + sei =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.