Modica. Il saluto del Sindaco per l’inizio dell’anno scolastico

1
1318

Tra oggi e mercoledi riprende a pieno regime l’anno scolastico a Modica. Sebbene la maggior parte di scuole riapra le classi mercoledi 12 settembre, già oggi alcuni istituti hanno deciso di anticipare la campanella di due giorni. E’ il caso dell’Istituto Comprensivo Carlo Amore che questa mattina ha accolto nuovi e vecchi alunni per dare inizio all’anno scolastico 2018-2019. Ad accoglierli anche il Sindaco di Modica, Ignazio Abbate: “ Un buon anno a tutti, alunni, docenti, dirigenti e personale scolastico. Come Amministrazione abbiamo lavorato molto nei mesi estivi per far trovare agli alunni e al personale docente e non delle strutture all’altezza dell’importanza del ruolo che ricoprono. Quello che sta per cominciare è un anno particolarmente significativo per il mondo scolastico di nostra competenza. Sarà l’anno che segna il “debutto” del nuovissimo plesso “Denaro – Papa”, fortemente voluto fin dal nostro primo insediamento nel 2013 e adesso pienamente operativo e fiore all’occhiello dell’impiantistica scolastica. Un’altra importante novità è rappresentata dai sei asili nido fuori le mura che lavoreranno in simbiosi con altrettanti istituti scolastici, un interessante progetto finanziato dal Ministero dell’Interno che sarà chiamato al battesimo proprio quest’anno. Tra tante novità le riconferme rappresentate dalla gratuità del trasporto scolastico, dall’ottimo servizio mensa e dalla assistenza personale agli alunni con disabilità. Purtroppo lo Stato lascia sempre più da soli gli Istituti Scolastici e tocca quindi ai Comuni sostituirsi ad esso e supportare la crescita dei nostri figli. Noi siamo sempre stati in prima linea in questo ed ho scelto di trattenere per me la delega all’istruzione proprio per poter seguire più da vicino il comparto scolastico modicano che conta oltre 5 mila frequentanti dall’asilo alla scuola media”.

1 commento

  1. Dopo il comunicato stampa da parte del sindaco, che annunciava l’apertura dopo i lavori di ristrutturazione, del plesso di Corso Garibaldi, nessuna altra notizia. Occorrerebbe un nuovo comunicato che spieghi il perché quest’immobile, messo in sicurezza anche da un punto di vista SISMICO, almeno spero vista la durata dei lavori, continua ad essere chiuso. Il sig. Sindaco perché non si attiva per l’apertura come aveva annunciato in campagna elettorale? Quali sono le cause ostative? Quando pensa venga riaperto?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

14 − cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.