Ospedale Maggiore di Modica. Torna al suo posto il direttore sanitario Bonomo

8
3858

E’ durata poco la sospensione dal suo ufficio per il direttore sanitario dell’Ospedale Maggiore, Piero Bonomo. Il massimo dirigente del nosocomio di Via Aldo Moro è tornato nel suo ruolo istituzionale chiudendo una vicenda “punitiva” fuori dalla logica, caratterizzata dall’immediata apertura del nuovo pronto soccorso, nel momento che la struttura era stata completata. Sol perchè non ci furono tagli di nastro e spumante, il manager dell’Asp, Salvatore Ficarra, aveva deciso di assumere il provvedimento, destinando Bonomo in altro luogo, nonostante lo stesso giorno dell’apertura lo stesso direttore generale avesse emesso un comunicato, il n. 70, col quale salutava il nuovo pronto soccorso, ringraziando quanti avevano contribuito per la ristrutturazione. Una “punizione mascherata” che non era piaciuta alla collettività che in Bonomo ha sempre visto un dirigente vicino alle persone, agli utenti, sempre disponibile a risolvere ogni problematica.

8 Commenti

  1. Ficarra brutto fare marcia indietro ma a modica è l’unica marcia che puoi usare. Per il futuro statte a folle i trasferimenti non intimoriscono nessuno. Buon lavoro direttore noi siamo con te tutta modica ti stima.

  2. Dott. Ficarra,tante volte fare un passo indietro non significa essere sconfitti,ma è un gesto di grande intelligenza, di responsabilita’,e di capacita’ del propio ruolo che si riveste,e Lei lo sta dimostrando nel al propio posto il Dott. Bonomo, un dirigente,cui lo spessore professionale,e umano,gli è riconosciuto sia all’interno dell’ASP,che dalla comunita’. Volente o nolente, l’alto incarico che Lei ricopre ,dipende dalla politica,e,se da una parte ci saranno dei politici che non apprezzeranno di buon grado la sua decisione,dall’altro lato,ci saranno dei politici che apprezzeranno questa decisione,dimostrando la sua professionalita’,ed indipendenza , nel gestire un’azienda,cui il fine primario,è l’ottimo funzionamento,e questo, dipende principalmente dalle sue decisioni.

  3. Non voglio fare illazioni, ma il linguaggio usato dal commentatore che si firma Pietro…..
    MI TERRORIZZA.
    Forse un ulteriore chiarimento potrebbe aiutare.

  4. Caro giunta è solo a difesa di tutti i funzionari che vogliono il bene della città. Penso che avremmo raccolto migliaia di firme per il direttore. Gente che non lavora si può trasferire o licenziare ma chi fa il proprio dovere non sì tocca .Il dr Ficarra di cui sento parlare molto bene magari non conosce Bonomo. Quindi caro giunta non pensare a cose strane che non appartengono alla mia formazione culturale.Spero di essere stato chiaro e auguro un buon lavoro al dr Bonomo e al dr Ficarra.

  5. mah….forse dimenticano i modicani che il Dottore buonomo e’ stato messo la’ da peppe Drago,quindi dalla politica,per quanto riguarda il gradimento di chi lavora in ospedale nei suoi riguardi non e’ cosi’alto.l’inaugarazione la ha fatta ed ha invitato solo abate” il suo padrino odierno”,poi dovrebbe spiegare atutti che fa una sua parente in direzione all’ospedale di modica.Ricordatevi che Ficarra che un ottimo amministratore ,ultimamente e’ riuscito ad avere milioni di euro per il nuovo ospedale di modica.e sta sistemando tutti gli ospedali di ragusa.

  6. io ho saputo che il trasferimento di Bonomo e’ stato rinviato a quanto sembra,vovi di corridorio,al 1 luglio ,quando ci sara’ la rotazione dei dirigenti.RIde bene chi ride ultimo.

  7. @Pietro: al di là di chi possano essere le due persone nominate, resta il fatto che uno di loro ha acconsentito alla giornaliera pupiata o se preferisce alla comparsata, e tutto ciò è vegognoso. Poi concordo anche con quanto scrive @u muricanu.

  8. A Modica, i nostri sono tempi bui, di assoluto oscurantismo.
    Vige la legge del più forte, non quella del dialogo o dell’ascolto e del rispetto di chi non la pensa come il padrone di turno.
    Vige la legge del non rispetto delle norme e delle regole scritte e non scritte, vige la legge del capo!
    Vige la legge del tornaconto personale e, per raggiungere questo fine, si cerca in tutti i modi di assecondare i desideri e gli imperi del grande capo!
    Ciò premesso, pur non volendo entrare nei particolari di questa squallida vicenda, la sensazione è quella che mi porta a pensare che qualcuno per fare piacere al capo di turno abbia disatteso regole, prassi, rispetto dei criteri istituzionali, e, per ultimo, non ha fatto uso di un sano e pur sempre valido buon senso!
    Ma, ripeto, di questi tempi a Modica per ritornare alla normalità e ad un vivere civile e dignitoso dovrà succedere qualcosa di grosso!!!!!!!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

tre × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.