Cerca
Close this search box.

Ragusa. Si chiude la Settimana dell’Ambiente 2024

Tempo di lettura: 2 minuti

Istituzioni, Forze dell’Ordine, Università e mondo della Scuola uniti per promuovere la cultura della sostenibilità ambientale e per lavorare, a fianco delle nuove generazioni, sulla sensibilità collettiva in favore della tutela della biodiversità. Questo il messaggio lanciato dalla Commissaria straordinaria del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Patrizia Valenti, questa mattina durante l’incontro conclusivo della Settimana dell’Ambiente 2024.
Promosso in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, il convegno è stato aperto dagli interventi dell’Assessora del Territorio e dell’Ambiente della Regione Siciliana, Elena Pagana, del Prefetto di Ragusa Giuseppe Ranieri, dal Questore di Ragusa Vincenzo Trombadore e dai rappresentanti delle Forze dell’ordine. Un segnale chiaro di collaborazione interistituzionale sul territorio ibleo, chiave vincente per incidere su tematiche fondamentali come la tutela ambientale.
Parte attiva della giornata di lavori, gli alunni e gli studenti dell’Istituto “Serafino Amabile Guastella” di Chiaramonte Gulfi, dell’Istituto “Quintino Cataudella di Scicli” e dell’Istituto “Giuseppe Mazzini di Vittoria” che hanno esposto gli elaborati elaborati realizzati nell’ambito del concorso “Una sola Terra” e che sono stati premiati dalla Commissaria Valenti: “Ho avuto modo di apprezzare i lavori dei ragazzi e degli insegnanti che ringrazio per la sensibilità dimostrata, eccellenti esempi di educazione ambientale”.
I temi della Giornata Mondiale dell’Ambiente sono stati poi declinati in maniera scientifica grazie agli interventi di Giuseppe Mancini, professore dell’Università degli Studi di Catania, Antonella Luciano, ricercatrice ENEA, il professore Biagio Pecorino, ordinario dell’Università di Catania ed il professore Giovanni Randazzo, ordinario presso l’Università di Messina.
“Siamo assolutamente soddisfatti della riuscita dell’edizione 2024 della Settimana dell’Ambiente, settimane che hanno visto il Libero Consorzio protagonista sul territorio provinciale. La capacità delle Istituzioni di coinvolgere i cittadini, soprattutto i ragazzi, è fondamentale per la realizzazione di un progetto molto più ampio che è la salvaguardia del nostro ambiente”, ha concluso la Commissaria Patrizia Valenti

538171
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top