Cerca
Close this search box.

Tentato omicidio Roberto Di Martino a Vittoria, in carcere due persone?

Tempo di lettura: 2 minuti

Acirca un mese dal tentato omicidio di Roberto Di Martino), le serrate indagini condotte dalla Dda di Catania, dalla Questura e dalla Squadra mobile di Ragusa, oltre che dal commissariato di Vittoria fanno registrare una svolta importante.

La notizia viene mantenuta ancora top secret, ma da fonti autorevoli si apprende che gli organi inquirenti sopra citati avrebbero già spedito in carcere un paio di soggetti vittoriesi, già noti nell’ambiente malavitoso, per avere avuto un ruolo importante nel tentato omicidio dell’ex collaboratore di giustizia Roberto Di Martino (fratello del killer Claudio che avrebbe ammazzato Salvatore Incardona, commissionario ortofrutticolo riluttante a pagare il pizzo negli anni ’80). I due arrestati hanno già nominato gli avvocati di fiducia: Maurizio Catalano e Rosario Cognata. Adesso si troverebbero già nel carcere di contrada Pendente. Roberto Di Martino era tornato a Vittoria dopo il periodo di protezione riservato ai collaboratori di giustizia. Per motivi che ancora non sono stati resi noti, Di Martino ha subito un agguato di stampo mafioso nei pressi della sua casa di campagna. Uno o più esecutori gli hanno sparato colpi di pistola calibro 7,65 da distanza ravvicinata provocandogli la perdita dell’occhio destro.

538050
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top