Cerca
Close this search box.

Chiaramonte: identificato l’accoltellatore di carnevale

Tempo di lettura: 2 minuti

Durante i festeggiamenti del Carnevale a Chiaramonte Gulfi, i Carabinieri della locale Stazione intervenivano a seguito di una aggressione patita da un giovane nigeriano ad opera di altro connazionale che, dopo un diverbio, lo colpiva alle spalle con un oggetto da taglio cagionandogli lesioni personali alla regione dorsale.
I Carabinieri hanno dato immediatamente impulso ad attività di indagine, procedendo all’acquisizione dei filmati delle telecamere di sorveglianza ed escussione delle persone presenti ai fatti; le investigazioni hanno permesso di individuare le responsabilità del gesto nella persona di M.A.A., nigeriano di 23 anni, che, rintracciato nel Comune di Chiaramonte Gulfi, è stato condotto presso gli uffici della locale Stazione Carabinieri.
Terminate le procedure di identificazione e le formalità di rito, i militari lo hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per il reato di lesioni personali aggravate.

530332
© Riproduzione riservata

14 commenti su “Chiaramonte: identificato l’accoltellatore di carnevale”

  1. Giuseppa MIlone

    Sembra il titolo di un romanzo giallo o di Montalbano o di …..la realtà che supera la fantasia, incredibile!!!

  2. Adesso non lo farà più
    E se per caso gli hanno dato una manganellata butteranno i carabinieri in prigione .

  3. Tanto lavoro investigativo per poi deferirlo in stato di libertà, quindi in condizione di reiterare! E allora, si poteva anche evitare identificare questa risorsa! Quanto meno per rispetto dei Carabinieri, di non vedere vanificato il loro lavoro e sempre in prima linea contro ogni forma di delinquenza. L”indignazione è solo contro le forze dell’ordine, con i delinquenti si sollevano invece gli scudi!

  4. Chiarisco per non dare adito a fraintendimenti… :L’indignazione, di cui dico, si riferisce a tanti che si sbracciano in tv e alla politica che critica e condanna le forze dell”Ordine che lavorano, comunque, per mantenere l”ordine pubblico, compromesso da tanti esaltati, come i recenti fatti dimostrano….., e da delinquenza spicciola e pericolosa.

  5. Non è accettabile la normativa di deferire in stato di libertà. O è atto delinquenziale o non lo è!!!!

  6. Condivido il pensiero di Rosalba, esiste lo stato di detenzione e se le carceri sono stracolme (e lo sono) esiste lo stato di detenzione agli arresti domiciliari.
    Ha perfettamente ragione, ma purtroppo non ci sono sufficienti Poliziotti, Carabinieri, agenti di Polizia Penitenziaria, strutture carcerarie, tantissime fra l’altro sono state chiuse e le poche rimaste sono stracolme.
    Rosalba, la guerra la puoi fare solo se hai le truppe, i soldati e le armi, altrimenti si possono solo sparare i palloncini sperando che l’avversario si spaventi, in Italia i delinquenti non si spaventano più.
    Se vogliamo, possiamo solo incolpare chi ha sprecato tanti soldi in Italia raggiungendo un debito pubblico inimmaginabile, i populisti in primis.
    Il danno fatto dal governo di Conte 1 e 2 (bonus a gogò, redditi di cittadinanza, regalie ad amici ed amici degli amici, 110% ai palazzinari, mascherine anticovid tarocche, spese sanitarie esagerate e sprechi enormi) ha creato una voragine nei conti inimmaginabile,
    figuriamoci che la stessa Meloni arrivata al governo ha dovuto bloccare l’enorme flusso di soldi che andava a svuotare le casse, come il 110%, altrimenti avrebbe fatto danni anche lei ma non ha potuto.
    Riflettete gente, riflettete.

  7. Ecco com’è garantita la legalità in questa nazione. La tanto propagandata legalità di cui “recitano” i nostri attori da circo. Ecco la certezza della pena per i delinquenti in questa nazione.

  8. @ @anonimus, condivido alla lettera ogni passaggio del suo commento. Vorrei aggiungere che, considerata la carenza di forze dell’ordine per il contrasto alla criminalità, non è possibile giustificare tantissime scorte inutili a inutili personaggi. Ci sarebbe un recupero di Operatori che meglio potrebbero servire alla società civile. Mi ricordo, emblematico, di quelli al seguito, impegnati a tirare il carrello dell’ikea. Behhhh

  9. pippo-anonimus
    Eccolooooo, ci siamo, riparte
    con la colpa ai populisti, grillini, Conte, reddito di cittadinanza, bonus 110% (che lui però ne ha usufruito). Per lui lo sperpero è soltanto questo. Le potrei elencare sperperi da farlo impallidire. Neanche esistevano i 5stelle. Il debito esisteva prima dei 5stelle, ed è sempre aumentato grazie ad attori da circo da lei osannati. Adesso aspettiamo gli “intelligenti” compagni di merende che lo appoggiano. Mi raccomando non lasciatelo solo…….!!! Una nazione incapace di far rispettare la legalità, cos’è?????!!!

  10. pippo-gino
    il debito pubblico generato dal 110% è di 100 miliardi in due anni, mai nella storia della nostra repubblica si era arrivati a tanto, pochissimi ne hanno usufruito ma tutti lo pagheremo, grazie al suo Giuseppino, se ne faccia una ragione pippo-gino.
    Il reddito di cittadinanza andava dato a chi ne aveva bisogno e non ai cialtroni che stavano sdravaccati nei divani o che lavorano in nero fottendo due volte lo stato, i ladri sono quelli al governo che fanno queste leggi e coloro che ne usufruiscono impunemente e magari applauditi da certi personaggi.
    Voi grillini populisti ci siete mangiati l’Italia e noi ce lo ricorderemo sempre.

  11. pippo-gino, ma lei ripete quello che ho scritto io, ma forse neppure legge i commenti, è solo astioso e polemico. Nun ci cala che vi diciamo che voi populisti grillini vi siete mangiati un paese e ora i “soldi” i filamu, non è possibile fare altro, u capiu ca nun ci sono chiù i soddi pippo-gino? U capiu ca vi mangiastru tuttu?

  12. pippo-anonimus
    Le potrei smontare tutto ciò che ha scritto, ma mi siddiu!! Si ricordi che la legalità, prima magari la dovrebbero rispettare i suoi attori da circo, poi gli stessi attori da circo dovrebbero controllare se i cittadini rispettano a sua volta la legalità. A chi spetta controllare se una persona percepisce un privilegio, come per esempio il reddito di cittadinanza ?? Spetta alle istituzioni? O sbaglio? E chi ha fatto le regole farlocchie per poter aggirare?? Oppure facciamo come l’arresto di Messina Denaro? Che danno la colpa ai cittadini? E le istituzioni? Che fanno?? Lasci perdere. Altrimenti inizio a scrivere di sperperi da farle rizzare i capelli. Poi se vuole gli elenco pure i miliardi di vitalizi pagati dopo essere morti questi attori. l’Italia è stata ridotta in macerie da attori da circo di sinistra, come di destra. Poi naturalmente i grillini hanno fatto la loro parte. E si ricordi che il bonus 110% era stato creato per essere connesso ai fondi del pnrr (Altra fesseria che aumenterà il nostro debito) Premetto che io sono sempre stato contrario a questo bonus 110%. Buon pomeriggio.

  13. @pippo-anonimus
    non faccia siddiare a nessuno, iddi sono i colpevoli di tutto e così non mi sforzo il cervello a pinsari cu su iddi, ca ammia mi siddia macari.
    Iddi su tutti i stissi e il debito non c’è, mi devono dare i redditi di cittadinanza, nun c’è destra e ne sinistra, solo “cu mi runa a manciari u ciamu papà”, e nun mi fari stancari pippu.
    Gira vota e furria iddu u sapia, sono tutti uguali e lo aveva già detto, è tuttu tiatru e ciù u sapiemu.
    pippo anunimus, lasci perdere e buon divertimento cu stu tiatru.

  14. pippo-anonimus
    Eccolo arrivato il compagno di merende!! Non l’ha lasciato solo. Pazienza che sono anni che scrive, prevede, ma una non l’ha azzeccata. Però in compenso si è “educato” un po’…….prima apostrofava, insultava, adesso quantomeno solo denigra, ma ci stanno gli sfottò!! D’altronde Gli rimane solo questo. Buona giornata e buon divertimento Vincenzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top