Cerca
Close this search box.

Brasile. L’alluvione nello stato di Acre, causa 11mila sfollati

Tempo di lettura: 2 minuti

Il governo dello stato brasiliano di Acre, al confine con Bolivia e Perù, ha confermato oggi che più di 11.000 persone hanno dovuto lasciare le loro case a causa dello straripamento del fiume Acre, che questa mattina ha raggiunto il livello di guardia di 16, 2 metri, confermando lo stato di emergenza in 17 città. In 10 di esse la situazione in queste ore è progressivamente peggiorata, per questo sono stati allestiti 58 rifugi idonei a ospitare gli sfollati. Tra i comuni in stato di emergenza: Assis Brasil, Brasileia, Capixaba, Cruzeiro Do Sul, Epitaciolandia, Feijo, Jordao, Mancio Lima, Marechal Thaumaturgo, Placido De Castro, Porto Acre, Porto Walter, Rio Branco, Santa Rosa Do Purus, Sena Madureira, Tarauaca e Xapuri. Di questi, quello di Jordao è ritenuto il comune più critico, con l’80 per cento della popolazione locale investita da una marea d’acqua, fango e detriti. Ora, nello Stato di Acre le autorità locali sono in attesa della firma del decreto governativo, poiché solo con il riconoscimento di calamità naturale i trasferimenti e le forniture necessarie potranno essere trasferite nella regione. Lo straripamento del fiume Acre ha interessato anche il comune boliviano di Cobija, dove sono state evacuate circa 500 famiglie. Una situazione definita catastrofica dai governanti locali. Le acque del fiume Acre hanno iniziato a salire domenica scorsa a causa delle piogge incessanti registrate nell’area. Secondo le statistiche, il 2024 è finora l’anno peggiore con la piena del fiume Acre salito di oltre 2 metri, rispetto ai 14 e 15 metri registrati nelle alluvioni del 2012 e 2015.

529979
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top