Cerca
Close this search box.

Ispica e i suoi Arcivescovi. Dopo Lorefice nominato Carbonaro

Tempo di lettura: 2 minuti
Ispica si riscopre culla delle vocazioni di dinamici arcivescovi. Dopo Don Corrado Lorefice,   arriva la nomina ad arcivescovo metropolita di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo, per Don Davide Carbonaro.  Come riporta in un post, il giornalista Gianni Stornello, Carbonaro lasciò Ispica a undici anni per seguire la famiglia a Roma, senza mai tagliare i ponti con la sua città, anche se risulta essere nato a Rosolini per volere della mamma che era originaria della cittadina aretusea. Curiosità: entrambi gli arcivescovi hanno visto maturare la loro vocazione nella chiesa di Sant’Antonio abate.
Con padre Davide Carbonaro, sono cinque i vescovi originari di comuni iblei della Diocesi di Noto. Gli attuali sono Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo, Rosario Gisana, modicano, vescovo di Piazza Armerina, Giorgio Demetrio Gallaro, di Pozzallo, arcivescovo di Tricala a Piana degli Albanesi, e Angelo Giurdanella, modicano, vescovo di Mazara del Vallo. Non possiamo fare a meno di notare che entrambi gli arcivescovi del gruppo sono originari di Ispica.
Entrato nell’Ordine dei Chierici Regolari della Madre di Dio, ha emesso i primi voti nel 1988. Successivamente, ha frequentato gli studi di Filosofia e Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma, conseguendo la Licenza in Teologia Biblica. Il 2 febbraio 1992 ha emesso i voti solenni a Roma ed il 3 ottobre 1992 è stato ordinato sacerdote a S. Maria in Portico in Campitelli a Roma. Ha frequentato il XXI Studium presso la Congregazione delle Cause dei Santi.
Ha ricoperto i seguenti incarichi: Promotore vocazionale nel centro Pastorale giovanile e vocazionale del proprio Ordine presso la comunità di S. Maria in Portico a Napoli (1993-1995); Parroco di S. Maria in Portico in Campitelli a Roma (1995-2004); Responsabile di Pastorale Giovanile della Diocesi di Roma per il settore Centro (1997-2004); Membro della Commissione per il Dialogo Ecumenico e interreligioso della Diocesi di Roma (1999-2006); Rettore della comunità e del Collegio dell’O.M.D. di Campitelli (2001-2004);: Vicario Parrocchiale di S. Giovanni Leonardi a Roma e Rettore della Casa di S. Giovanni Leonardi a Roma (2004-2007); dal 2004, Archivista Generale, Postulatore Generale e Segretario del Centro Studi O.M.D.; Parroco di S. Maria in Portico in Campitelli a Roma; Consigliere Generale e Segretario Generale dell’O.M.D. (2010-2016); Rettore della Casa Internazionale di Studi O.M.D. a Roma (2010-2017); dal 2015, Membro del Consiglio Presbiterale della Diocesi di Roma; dal 2017, Assistente Spirituale delle ACLI di Roma.
Dal 2020 è Parroco di S. Maria in Portico in Campitelli a Roma e Prefetto per la II Prefettura della Diocesi di Roma. Inoltre è Membro del Collegio dei Postulatori presso il Dicastero delle Cause dei Santi, Docente presso la Schola Puerorum della Cappella Sistina.
528140
© Riproduzione riservata

2 commenti su “Ispica e i suoi Arcivescovi. Dopo Lorefice nominato Carbonaro”

  1. Errare è umano, specie quando si fa tifoseria.
    Don Davide è nato a Rosolini. Poi tutti salgono sul carro dei vincitori.
    Nato a Rosolini (Siracusa) il 1 gennaio 1967.

  2. Melone Pinuccia

    “…..anche se risulta nato a Rosolini…” È stato specificato! Non si comprende il disappunto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top