Cerca
Close this search box.

Polizia iblea. Foglio di via, denunce ed evasione domiciliari

Tempo di lettura: 2 minuti

La Polizia di Stato è costantemente impegnata nell’intero territorio provinciale con servizi di controllo del territorio disposti dal Questore della provincia di Ragusa, Trombadore ed attuati con il rafforzamento dei “dispositivi” per prevenire e reprimere ogni forma di illegalità e garantire ai cittadini una maggiore percezione della sicurezza urbana.
Nell’ambito di tali servizi sono stati denunciati un pregiudicato per il reato di evasione e due donne per il reato di violazione di domicilio.
Nel primo caso, una “Volante” della Questura in servizio di controllo del territorio transitando nei pressi di un bar ha notato un pregiudicato, in atto sottoposto al regime degli arresti domiciliari e quindi soggetto ai previsti controlli da parte delle Forze dell’Ordine, seduto ad un tavolino, intento a sorseggiare una bevanda.
Gli agenti lo bloccavano immediatamente e lo portavano in Questura e dopo avere accertato l’assenza di qualsiasi eventuale autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria ad allontanarsi dal domicilio dove si trovava ristretto, lo denunciavano per il reato di evasione e dopo le formalità di rito, per come disposto dal magistrato, ricondotto presso l’abitazione e sottoposto nuovamente agli arresti domiciliari.

Gli agenti delle “Volanti” hanno rintracciato e bloccato due giovani donne straniere, nate in Italia, sorprese all’interno di un condominio verosimilmente con l’intenzione di commettere furti nelle abitazioni.
Nella circostanza, la segnalazione al 112 da parte di un condomino insospettito dalla prolungata presenza nell’edificio delle due donne, consentiva ad una pattuglia di raggiungere in brevissimo tempo il compendio immobiliare.
Dopo aver bloccato l’ascensore per impedire eventuali fughe, i poliziotti percorrevano a piedi le scale condominiali raggiungendole nel pianerottolo dell’ultimo piano dove le predette si erano rifugiate.
In quel frangente un condomino, allarmato dal vocìo nelle scale, usciva fuori raccontando agli agenti di avere notato le due giovani donne, attraverso le telecamere poste all’esterno della sua abitazione, ragazze ferme dietro la sua porta di casa, intente a fissarne la serratura.
Condotte in ufficio, dopo le formalità di rito sono state denunciate per violazione di domicilio.
Inoltre, poiché dall’attività accertativa conseguenziale espletata dai poliziotti emergeva che le stesse risultavano residenti in un’altra provincia, che una delle due annoverava pregiudizi per reati contro il patrimonio, che a Ragusa entrambe non avevano alcun interesse lavorativo, affettivo o derivante da vincoli di parentela, il Questore della provincia di Ragusa, Dr. Vincenzo Trombadore, ha emesso nei loro confronti due Fogli di Via Obbligatorio per il periodo di anni 1 nei confronti della ragazza incensurata e di anni 2 per quella gravata da precedenti, con divieto di ritorno a Ragusa, salvo eventuali motivazioni per comprovate esigenze valutate di volta in volta dall’Autorità Giudiziaria competente.
Dalla violazione di tale provvedimento discende un reato punito con l’arresto da 1 a 6 mesi.

520736
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top