Cerca
Close this search box.

Israele. Banca Centrale israeliana in soccorso allo Shekel

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo gli attacchi miliziani di Hamas ai territori sud d’Israele e l’inizio di una serie di bombardamenti tra la Striscia di Gaza e Israele, il governo di Gerusalemme interviene in soccorso dello shekel, la valuta locale.
La Banca d’Israele prevede infatti di fornire liquidità agli istituti di credito locali e vendere valuta estera per la prima volta da quando ha permesso allo shekel di scambiare liberamente come parte di un programma senza precedenti per sostenere i mercati a seguito dell’attacco a sorpresa da parte dei militanti di Hamas sabato 7 ottobre 2023. La Banca centrale venderà fino a 30 miliardi di dollari, una cifra che può salire di altri 15 miliardi attraverso meccanismi di swap, secondo quanto comunicato lunedì. L’obiettivo di questa mossa è di attenuare la volatilità dello shekel, caduto ai minimi dal 2016 sul dollaro dopo l’attacco a sorpresa di Hamas che ha prodotto in tre giorni almeno 1.360 vittime da ambo le parti, e fornire la liquidità necessaria a sostengo del sistema finanziario.

fonte: Milano Finanza/gr

519348
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top