Cerca
Close this search box.

Putin costretto a comprare missili e razzi da Kim…l’opinione di Rita Faletti

Tempo di lettura: 2 minuti

La guerra di aggressione russa all’Ucraina esige sempre più uomini da mandare al fronte e missili. Servono forze fresche, e coscrizioni coatte a parte, il reclutamento avviene soprattutto nelle regioni remote, quelle più povere, dove vivono anche le minoranze etniche. C’è poi l’arsenale bellico che ha le sue esigenze, in particolare il comparto missilistico. Dal 24 febbraio 2022, la Russia ha lanciato contro l’Ucraina oltre 6 mila missili, grazie alle scorte di semiconduttori e microchip accumulate a partire dal 2014, quando già aveva previsto l’invasione, e, soprattutto, alla necessaria componentistica elettronica occidentale. L’embargo ha inciso su molti settori, ma il Cremlino ha trovato il sistema di procurarsi software e attrezzature attraverso reti illegali e triangolazioni coperte da società schermo, un classico sovietico. Senza contare che un paese come l’Iran fornisce a Mosca i suoi droni, la Turchia, paese Nato, è in ottimi rapporti commerciali con la Federazione, prima fonte delle proprie importazioni, e aziende cinesi effettuano spedizioni a società russe non sanzionate dai paesi occidentali facendo passare prodotti tecnologici come prodotti per scopo civile o domestico. Chi si assomiglia si aiuta. Ciononostante, missili e razzi non bastano mai alla macelleria di Putin. E’ per questo che Kim Jong-un, dopo 4 anni di clausura autoimpostasi per timore della pandemia, è salito sul suo treno, ovviamente blindato come si conviene ai dittatori terrorizzati di fare una brutta fine, come si converrebbe a chi terrorizza il suo popolo, per intraprendere un viaggio di due giorni, destinazione Vladivostok. Nella città russa, situata nell’estremo oriente del paese, ad attendere rocket man per parlare di affari c’era Putin. L’incontro, preparato da tempo e anticipato dalle diplomazie dei due paesi, è l’evento a lungo agognato dal disturbato mentale di Pyongyang, alla ricerca spasmodica dell’occasione che lo riportasse sulla scena mondiale dal momento che baloccarsi con il lancio di missili, 12 nell’ultimo mese, sembrava non aver prodotto l’effetto desiderato. Ed è proprio di missili e razzi che i due hanno parlato. La guerra di aggressione all’Ucraina ha rianimato i rapporti di amicizia tra despoti, ognuno interessato a farsi i propri affari con l’omologo di turno e scaricarlo quando non serve più. In questa fase della controffensiva ucraina, Mosca ha bisogno di forniture militari per il suo esercito, munizioni di artiglieria e razzi anticarro e Pyongyang di denaro e derrate alimentari per sfamare un popolo in cui i genitori non si fanno scrupolo di denunciare i figli e i figli i genitori per un pugno di riso. A Vladivostok, Kim ha avuto l’onore di partecipare all’ottavo Forum economico orientale che si chiuderà in giornata, in cui Putin ha ripetuto il ritornello dell’offensiva ucraina destinata a fallire (citofonare subito a Orsini), ha parlato dei russi che si arruolano in massa di loro spontanea volontà (una balla), dell’agenda del G20 per lui di nessun interesse (la volpe schifa l’uva perché è acerba), della reputazione di Trump infangata dai suoi nemici politici (strizza l’occhio all’“amico” americano che gli avrebbe servito l’Ucraina su un piatto d’argento). Da Vladivostok, Putin e Kim potrebbero trasferirsi a Mosca per le celebrazioni dell’amicizia, sgradite a Pechino che diffida del nordcoreano e guardate con interesse da Washington che ha avvertito Kim di astenersi dall’inviare forniture militari a Mosca. In realtà, non sarebbe la prima volta, visto che una partita rilevante era stata acquistata dalla Wagner nel 2022. Stringere alleanze ad est è l’obiettivo principale di Mosca che preme per il patto con Pyongyang e la sua partecipazione alle manovre navali congiunte con Pechino. Si consolida la tendenza alla divisione in blocchi.

516767
© Riproduzione riservata

35 commenti su “Putin costretto a comprare missili e razzi da Kim…l’opinione di Rita Faletti”

  1. La Russia ha lanciato in Ucraina seimila pale e non missili, quindi Kim “forse” fornirà altre pale. Almeno i soldati russi non useranno più il dito per baionetta. Xi fornirà i fuochi d’artificio per distruggere i carri armati britannici, quelli che si vantavano indistruttibili e l’Iran gli aeroplanini telecomandati per fare giocare i figli dei soldati russi che vanno al massacro perchè la controffensiva ucraina è devastante.
    In America nel frattempo i consensi degli americani per Trump sono ai massimi storici. Ovunque va, raduna un mare di folla senza sforzarsi. La Triade Orientale (Russia Cina e Corea del Nord) ha i giorni contati, fra poco non ne sentiremo più parlare. Ma sicuramente l’accademico Orsini ci darà la sua colorita spiegazione. Tutto chiaro no?

  2. Quannu u cavaleri alliscia u viddhanu u fa pe so’ nicissita’ e no picchi’ u voli beni.
    Questo dovrebbe far capire come stanno le cose realmente in questo momento in Russia.

  3. Ma non erano finiti mesi fa i missili della Russia? Mi pare che scriveva così lei, così come tutta la stampa propagandistica…..inoltre avevano finito pure le lavatrici per estrarre microchip, per non parlare dell’esercito che perdeva 800 militari al giorno. Semmai ha finito le pale …… !! Intanto la vostra misericordiosa Europa vi ha sbattuto la porta in faccia oggi sugli immigrati, PORTE CHIUSE DA PARTE DI GERMANIA E FRANCIA!! OGGI 6000 nel centro a Lampedusa…..E la Meloni???? Continua a fare grigliate all’ estero?? Applauso!!! E la crescita del PIL? Non doveva fallire la Russia??? IINVECE SIAMO NOI NEI GUAI. Per non parlare di aumento di bollette e carburanti……AUGURI!!

  4. Scaracchiare contro la propaganda “faziosa” dei media, facendo passare la feccia della propaganda russa per verità assoluta, è indice di ingenuità intellettuale e ignoranza delle cose, oltre che di fanatismo complottista. Quando si parla di armi, cioè di sistemi di difesa, in particolare se riferiti a paesi da cui le informazioni non escono, altra differenza tra democrazie e dittature, non è semplice fornire dati certi al millesimo. Le agenzie di intelligence e lo Stockholm International Peace Research Institute che si occupa di conflitti, armi e politiche belliche, hanno valutato che all’inizio dell’aggressione russa all’Ucraina, i missili a disposizione dell’esercito russo fossero 8 mila. Un mese dopo, in aprile, ne erano stati lanciati mille. Dopo una decina di mesi ne erano rimasti 150, sufficienti, sempre secondo gli esperti, non gli odiosi giornalisti atlantisti e europeisti, per tre attacchi su vasta scala. E’ evidente che la Russia avesse bisogno di ricorrere a “rimbocchi” tramite strani passaggi per sviare i controlli dei sanzionatori, cosa che ha fatto e continua a fare. Un arsenale missilistico si esaurisce quando vi si attinge in grande quantità. In gennaio, la Russia stessa denunciava un deficit di missili e le pale (vecchi strumenti d’ordinanza della fanteria di Mosca, Mpl-50) che fanno tanto sghignazzare Lei e qualcun altro, erano le sole armi di cui ad un certo punto poteva disporre la Wagner durante l’assedio di Bakhmut, diventato un sanguinoso corpo a corpo. In quella circostanza, Prigozhin stesso lo aveva detto accusando Shoigu e il ministero della Difesa russa di averli abbandonati e lasciati senza armi. C’è poco da sghignazzare e molto da leggere e riflettere prima di incamerare il pattume propagandistico del Cremlino.

  5. I dati non sono né democratici né antidemocratici. Il commento è sui soliti e scontati attacchi all’Occidente da parte di chi straparla senza conoscere quei dati o si rifiuta di ritenerli affidabili per partito preso.

  6. Sicuramente gli arsenali si svuotano, d’altronde è questo che vuole la Nato e gli americani, costringere la Russia a indebitarsi per costruire nuovi armamenti. Ma è un problema per tutte le parti in guerra. Il problema che per l’Occidente la Russia doveva fallire l’estate scorsa, sia come armi, per uomini dell’ esercito, come pure economicamente. E a me pare che siamo noi invece nei guai seri, tanto che la Von der Layen richiama in causa il filantropo Draghi, dimostrazione che siamo con l’acqua alla gola. E già si vedono le prime crepe in difesa dell’ Ucraina. E vedrà che le crepe diventeranno sempre più grandi. E ripeto guerra provocata dall’ occidente. Lo conferma lo stesso Stoltemberg in quella affermazione di qualche giorno fa quando disse: non è stata guerra per provocazione. Ma poi dice nella stessa conferenza stampa che Putin inviò una bozza in autunno, quindi molto prima dell’aggressione di febbraio, che chiedeva garanzie sul non allargamento della Nato, ma che “noi” naturalmente non abbiamo firmato! Non sanno neanche mentire. l’Ucraina non apparteneva alla Nato, gli americani ci hanno portato la guerra in Europa. Se agli americani interessa l’Ucraina, ci vadano gli americani a combattere la Russia. Mi spiace ma i fatti non sono come le raccontano in occidente. E c’è un serio rischio che la situazione sfugga di mano…..e non per colpa di Putin. E ripeto ancora una volta che non sono un ammiratore di Putin. Senza dimenticare chi dice oggi che Putin sia un sanguinario dittatore, è lo stesso che ci faceva accordi, gli stringeva la mano, e gli andava a leccare le pantofole, da Letta, a Renzi, è altri come loro. Voltafaccia privi di qualsiasi dignità.

  7. Peccato che trascura chi quei dati li sviluppa e dopo essere stati filtrati li divulga.
    Sempre democraticamente s’intende!

  8. Riporto dee link che spero possano fornire utili elementi di riflessione sui reali limiti fra la informazione libera e la bolla della propaganda filo occidentale in cui siamo inclusi.
    Un servizio che ho molto apprezzato è quello di Giulietta Chiesa, riportato in coda.
    Penso di fornire degli elementi obiettivi, perché antecedenti all’ invasione russa dell’ Ucraina.
    Il mio pensiero, rivolto alla pace, è che questa non si potrà avere fino a quando non verranno considerate le ragioni, oltre i torti, di ucraini e russi. Per questo motivo apprezzo molto il saggio tentativo di mediazione di Papa Francesco, che con estrema consapevolezza e sopraffine abilità diplomatica, si mantiene in posizione equidistante tra le parti, cercando di riportarle alla ragione.

    https://youtu.be/iFWoJH3lrAk?si=aiyNpHJHUftMiZYG

    https://www.rainews.it/archivio-rainews/media/Ucraina-il-silenzio-della-guerra-8316cc52-3c99-4d07-bf6c-b119980121c8.html

    https://youtu.be/jpzw1llk_OI?si=RieOzbazqTDkQVfq

  9. Scusatemi, sono sicuramente fuori tema, ma, non posso non evidenziare un fatto. Alle 21.15 in tv ho visto una intervista a Elly Schlein e, non posso non esternare il mio disappunto e disagio, mancanza totale di idee, di linea politica, solo slogan da fare invidia ai peggiori populisti, ha anche abboccato quando i giornalisti gli hanno chiesto della sua armocromista rispondendo in modo disgustoso e assurdo.
    Giorgia Meloni potrà andare a gonfie vele per i prossimi 5 anni, il PD non esiste, addirittura inizio a vedere bene a sinistra il m5s. Ma come è possibile? Ma nessuno si accorge di tutto questo a sinistra?
    Scusate l’intrusione e lo sfogo, una buona serata a tutti.

  10. Signor Gino desidero solo farla riflettere.
    Quanto dista la Russia dalla Gran Bretagna? Mi sembra che non abbiano confini in comune eppure Medvedev sostiene che se la Russia vuole può anche affondarla.
    Voglio farle notare che esistono armi letali che non hanno problemi distanza.
    Non serve alla NATO il territorio Ucraino per aggredire e colpire la Russia.
    Questo dovrebbe essere sufficiente per capire che la Russia non ha invaso l’Ucraina per salvaguardare la propria sicurezza ed integrità, ma è l’azione folle di un folle che ha in testa di ricreare l’impero russo. Ma ha sbagliato tutto ed adesso è costretto a mendicare aiuto anche a gente che lui stesso disprezza tessendone lodi assurde.

  11. Un tentativo che andrà a vuoto dal momento che i russi non fanno altro che complimentarsi con il Papa mentre gli ucraini ad averne fiducia sono solo il 6 per cento. Provi Francesco a domandarsi il perché.

  12. Sig Enzo
    Mi spiace ma non sono d’accordo e le spiego il perché. La distanza conta in caso di attacco per la pronta reazione, Mosca non può permettere missili a 300 km da Mosca, come gli Usa con i missili a Cuba. Sono anni che gli Usa spendono miliardi per annettere l’Ucraina nella Nato, non sono io a dirlo, ma l’ha detto la stessa Victoria Nuland in passato. Gli Usa mai attaccheranno frontalmente la Russia, quindi cerca di fare ciò che gli riesce meglio, destabilizzare e impoverire paesi per metterci le mani. La Russia non è assolutamente una minaccia per il mondo, ne tantomeno credo alla favola che Putin voglia ricostituire la vecchia Unione Sovietica, favole inventate dall’ occidente. Senza l’adesione dell’ Ucraina alla Nato Putin mai avrebbe invaso l’Ucraina. La colpa di questa guerra come di altre è solo degli Usa. E di cosa sia l’Europa lo dimostra il problema dell’ immigrazione, ci hanno sbattuto la porta in faccia, Germania e Francia non vogliono più immigrati, oltre 7000 ieri a Lampedusa. SONO ANNI CHE LO SCRIVO, adesso avete le conferme. La Meloni fa grigliate in giro ma non la c…..a nessuno. l’Italia ha perso!!!! Per colpa di politici non all’ altezza!!!
    Rispondo a Vincenzo
    Il Messia per la sinistra chiamata Schlein? l’avevo scritto in passato che non serviva a nulla, alcuni se ne accorgono adesso??? Ma la Meloni sta riuscendo a fare peggio dei grillini, l’Italia ormai è una nazione disastrata completamente, e andrà sempre peggio. Buon fine settimana a tutti.

  13. @Vincenzo, ho sentito anche Elly gonfiarsi del fatto che il pd aveva ottenuto l’assegno unico, senza minimamente evidenziare che è stata una iniziativa del governo Renzi poi portata a termie da Elena Bonetti di Italia Viva.
    Ha perfettamente ragione: è la migliore alleata della Meloni, con il complesso di inferiorità nei confronti di Conte che la umilia continuamente.
    Concordo con la signora Faletti.

  14. Ma di quale adesione dell’Ucraina alla Nato sta’ parlando. Non c’era nessuna adesione e neppure oggi c’è, ma non raccontiamo balle per cortesia. Putin era disperato e ha voluto tentare la sorte sperando in una guerra lampo, ma non è riuscito, anzi è riuscito a distruggere uno stato sovrano ed un popolo di persone che lui stesso chiamava fratelli.

  15. Papa Francesco non piace agli ucraini dopo avere scelto l’imparzialità. Ora come dice la Faletti, solo il 6% gli pone la fiducia. Stiamo parlando di un Paese che tradizionalmente è di religione ortodossa e il cristianesimo era la minoranza. Cresciuto di qualche punto dopo averlo esportato assieme alla democrazia. Poco importa questo particolare, era importante invece quando ad ogni Angelus il Papa si rivolgeva all’Ucraina e ammoniva la Russia. Tutti felici e commossi!
    Le questioni religiose sono come i legami di sangue, strani e imprevedibili.
    Però per spostare l’attenzione su quello che succede politicamente in Ucraina, preferiamo parlare di un Papa russofono o della visita di Kim in Russia (raccontando odissee degne di Omero) per non parlare della campagna mediatica iniziata contro Zelensky. “Ukrainskaya Pravda” è uscita con l’articolo che titola: “Quasi l’80% di ucraini considerano Zelensky responsabile della corruzione nel gabinetto dei ministri e nel settore militare”.
    Un articolo del genere fino a qualche mese fa era impensabile. Questo vuol dire che qualcosa sta cambiando gli equilibri del potere ucraino.
    Di contro durante la sessione plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo intanto che la Von der Leyne parlava sul podio sulla situazione europea, alcuni parlamentari erano intenti a parlare al telefono, altri si occupavano pensierosamente dei loro affari e infine ciliegina sulla torta la Commissaria Ylva Johansson lavorava a maglia dei calzini a righe, guardando di tanto in tanto Frau Ursula da sopra gli occhiali.
    Queste persone (elette dal popolo) ben pagate decidono il mio destino e il vostro!
    La Meloni con tutte le scowgirl italiane, Elly compresa, pendono dalle labbra di questi personaggi e hanno affidato a loro il destino dell’Italia e degli italiani.

  16. Preciso per il sig Giulio
    Mi sono espresso male, “vuole” e “vogliono” far entrare l’Ucraina nella Nato ……Ma in realtà non farà mai parte della Nato, perché sarà abbandonata come l’Afghanistan. Ma il motivo della guerra è questo.

  17. Lei parla di distanza, ma Lettonia ed Estonia non hanno i confini a migliaia di km da Mosca e li la NATO è di casa.
    Per non parlare dell’enorme confine marittimo dove le acque internazionali iniziano, se non ricordo male, dal dodicesimo miglio.
    No signor Gino, il motivo di questa guerra è, a mio avviso, tutt’altro, la voglia di imperialismo per sopravvivere alla decadenza.
    Cina ed India sono le realtà emergenti, e sono gli stati che beneficiano di questa guerra, la Russia è destinata a diventare un aggregato.

  18. Condivido il pensiero di Spinello, è probabile che in Ucraina le cose stiano cambiando, certamente possibile.
    Spinello, le cose cambiano, se il popolo Ucraino avesse accettato l’invasione Russa a febbraio 2022, probabilmente non ci sarebbe stata nessuna Guerra, l’occidente avrebbe preso atto di questo e si sarebbero ristabiliti nuovi equilibri.
    Ma le cose sono andate diversamente, legittimamente l’Ucraina e Zelensky hanno pensato di non accettare quell’aggressione, era loro diritto oppure pensa diversamente da questa evidenza Spinello?
    L’Ucraina ha chiesto aiuti militari e sostegno politico che in massima parte ha ricevuto anche in sede di riunione alle Nazioni Unite, fino a quà ci siamo?
    E’ stata e continua ad essere una guerra dura e lunga.
    Questa guerra è andata oltre, fino al punto che l’Ucraina, anche grazie agli aiuti dell’occidente si è difesa bene, cercando anche di contrattaccare, mentre da parte russa abbiamo ascoltato addirittura minacce sull’uso del nucleare, che naturalmente non avevano motivo di esistere, anche perchè la stessa Ucraina è dotata direttamente o indirettamente dell’arma atomica, ma non ha minacciato nessuno.
    Comprenderà che attivare un livello estremo come l’uso dell’atomica sarebbe stata una iattura anche per la stessa Russia, naturalmente, anche gente sprovveduta o persone agitate nei pensieri possono comprendere questo.
    Oggi assistiamo al fatto che la Russia ha evidenti difficoltà, accetta aiuti nefasti da parte di stati che prima disprezzava pur di farsi aiutare come la Corea del Nord,
    ma anche l’Ucraina è logorata, afflitta anche da corruzione interna (spero che tanti italiani non si scandalizzino di questo, “n’aviemu tanta ri racina appisa” che non possiamo meravigliarci), oltre che da tantissime tragedie e lutti nel proprio territorio oramai distrutto.
    “Se le son date di santa ragione”, purtroppo, tutto il mondo ha subito indirettamente le conseguenze di tutto questo.
    E se finalmente l’Ucraina parla di trovare un accordo, oggi, è un gran giorno certamente, io continuo ad essere pessimista su questo, ma vedremo.
    Vedere gioire di questo Spinello mi rallegra, tutti egregio signore vogliono la pace, ma alle volte per raggiungere la pace servono sacrifici e purtroppo anche le guerre.
    Il mio pessimismo è naturalmente dettato dal fatto che qualsiasi trattativa di pace non potrà che tener conto del pagamento di tanti danni e crimini di guerra perpetrati nel territorio Ucraino, e non credo che Putin accetti tutto questo, poiché scomparirebbe politicamente all’interno della sua federazione.
    Vedremo come andranno le cose.

  19. Sicché gli ucraini non sarebbero cristiani perché sono ortodossi. Ma cosa scrive? Certo che pensare che il capo della chiesa ortodossa russa, Kirill, con i suoi precedenti nel Kgb e il suo appoggio convinto alla guerra di aggressione all’Ucraina sia cristiano fa un certo effetto ed è proprio per questo che la chiesa ortodossa di Kyiv si è staccata da quella russa. Aggiungo che gli ucraini cristiano-ortodossi sono la quasi totalità nel paese. Per sua conoscenza, Bergoglio non ha mai difeso l’Ucraina, ha espresso solo la propria vicinanza (fa parte del suo mestiere) agli ucraini che soffrono per la guerra, senza però mai nominare il nome dell’aggressore e si è spinto oltre ricordando Pietro il Grande e Caterina II, non proprio due stinchi di santi, ai giovani russi che dovrebbero, secondo lui, essere orgogliosi della loro storia. Poi, rendendosi conto dello scivolone, ha rettificato, dicendo che si era trattato di rimembranze scolastiche. Da ambiguo a partigiano a penitente. Riguardo Zelensky, sta facendo pulizia e eliminando i corrotti all’interno delle istituzioni, motivo per cui gli ucraini gli sono grati e parecchio. Sa chi ha scritto l’articolo sul giornale online da Lei citato? Se non lo sa, fa il pari con le dichiarazioni dei nostri complottisti filorussi.

  20. Se ogni cosa che scrivo devo citare la fonte e devo spiegare a quale frangia estremista di criminali appartiene, lo posso fare ogni qualvolta senza problemi. Però se siamo arrivati a questo, altrettanto lo deve fare anche Lei con le testate giornalistiche che fanno capo ad un unico padrone e che ricevono finanziamenti milionari per controllare l’informazione. Tanto per correttezza e onestà intellettuale. Le ho sempre detto che non sono un giornalista e per questo posso essere meno preso sul serio e meno rispettato, ma questo ci può stare e ne sono consapevole, ma se parliamo di serietà dell’informazione, mi perdoni Dott. ssa Faletti ma Lei e i suoi colleghi siete messi proprio male. Ma male male!
    Siete sempre gli stessi che vendete vaccini, innalzamento del clima, clandestini, green, intelligenza artificiale, democrazia e politici virtuosi. La lista è più lunga.
    Che significa essere cristiano-ortodosso? O sono Cristiano o sono Ortodosso!
    Il problema che avete voi dell’informazione di propaganda è che vi hanno lavato così bene il cervello che vi terrorizzate per uno starnuto e rimanete indifferenti di fronte a un malore improvviso!
    Forse aveva ragione il grande Giorgio Gaber: “Io non mi sento Italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono”!

  21. La dottoressa Faletti un giorno sarà premiata da Zelenski, esattamente come la Battistini inviata Rai. Non se prenda, sono mie opinioni, esattamente come le sue. Quelle della Battistini invece non sono opinioni, quindi è molto più grave.

  22. Signor Enzo
    ha perfettamente ragione, ma hai tempi dell’adesione Nato di Lettonia ed Estonia la Russia non aveva la forza per reagire, come non ha reagito nel 2014 contro gli ucraini che massacravano i russi. Adesso si. Ma credere che la Russia sia un pericolo per il mondo, perché vuole tornare ai confini della vecchia Unione Sovietica…… è una balla colossale!!!! Sarebbe come cercare Cappuccetto rosso nella mia campagna. Almeno io la penso così……!! Se la Russia farebbe basi per missili a Cuba? Cosa farebbero gli Usa? Che ci fanno 850 basi militari americane nel mondo?? Quante basi russe ci sono nel mondo?? ZERO!!

  23. Tanto fumo per nascondere cose evidenti.
    La Russia ha sempre voluta la Crimea .
    Anni fa in qualche modo se le presa .
    Nessuno ha detto niente tranne le solite cose di circostanza . Popolazione a maggioranza russa.
    Visto la poca resistenza ha pensato di creare un cortina fumogena con la storia
    dell’annessione dell’Ucraina alla nato .
    Per trovare una giustificazione più interna che esterna , e ha dato via all’operazione speciale.
    Si dice che un generale darebbe un ‘anno della propria vita per poter fare una guerra , cioè finalmente partecipare ad una azione vera dopo tante esercitazioni ,
    Quindi i generali in questi casi assicurano il capo che la loro superiorità è schiacciante .
    E il capo ci crede e da il via , ci prendiamo l’intera Ucraina eliminiamo il presidente Ucraino che osa opporre resistenza e non si comporta a modo come il presidente Bielorusso .
    Dopo a cose fatte chi dirà cosa se ci prendiamo la Moldavia , e poi magari faremo un pensierino sulla Polonia .
    Pensandola come certe persone non ci vorrebbe molto a trovarci con i russi a Roma .
    Credo che nessuna persona equilibrata vuole la guerra , ma quando il prepotente ti attacca e ti vuole sottomettere non credo che ci sia molto da pensare bisogna difendersi a tutti i costi , Hitler così inizio e poi tutto il mondo dovette piangere un’immane tragedia, a qualcuno vorrei ricordare che l’America lascio tanti suoi FIGLI MORTI in Europa e tanti anche in Italia per liberarci dalla guerra e dal mostro Tedesco .
    La storia non insegna niente???
    La stupidità dei Comunisti schierati contro gli americani che dovremmo ringraziare in eterno, e inneggiare ad altri mostri come Stalin e soci uno peggio dell’ altro fino all’arrivo di Gorbaciov.

  24. Amo Modica
    La Crimea è sempre stata Russa, fu donata dal presidente russo Krusciov nel 1954 all’ Ucraina.
    La Russia è già stata in Italia nel 1799, come è stata in Francia, ma semplicemente se ne andò. La Russia non ha mai avuto intenzioni espansionistiche.
    I Generali che cercano guerre sono quelli americani, le posso fare i nomi.
    Come pure le industrie americane che fabbricano armi. In America comandano gli armatori.
    La misericordia degli americani la vada a recitare in medioriente, vedrà cosa le rispondono. Oppure a Belgrado…..!! O in Vietnam.
    Adesso vada a cercare lei le armi di distruzione di massa ……dove i suoi misericordiosi americani portavano le prove al mondo intero tramite il misercordiodo Colin Powell, e giornalai
    a loro libri paga. COMPLETAMENTE FALSO!! Se vuole le scrivo la cifra dei morti in Iraq per mano degli americani.
    Oppure vada a vedere quanti gerarchi nazisti hanno lavorato nella Nato, con ruoli di primo ordine, le potrei scrivere nomi e cognomi, con date degli anni che hanno ricoperto questi ruoli ……tra l’altro l’ho già scritto in passato.
    Oppure le potrei dire della strage di Sant’ Anna di Stazzema, dove grazie al giornalista Giustolisi (non giornalai a libro paga, o giornalai che scrivono opinioni di propaganda) si scoprì la verità. Con le istituzioni italiane che invece ostacolavano le indagini, proteggendo gerarchi nazisti, e complici italiani. Le stesse istituzioni che ogni anno vanno a fare teatrino con recite in memoria delle vittime.
    I misericordiosi americani vadano a liberare i palestinesi che subiscono da una vita.
    E non dimentichi che l’atomica sui civili l’hanno usata gli americani, addirittura due volte.

  25. Amo Modica, la stupidità dei comunisti schierati contro l’occidente, ma anche la stupidità dei leghisti e dei grillini che andavano a braccetto con Putin non è da meno, naturalmente anche il lettone di Putin regalato a Silvio non possiamo dimenticarlo.
    Anche la Meloni negli ultimi anni ante presidenza del consiglio ci aveva raccontato tante chicche anti occidente ed anti buon senso.
    L’Italia è zeppa di stupidità e sicuramente bipartisan, sciocchi a destra e sciocchi a sinistra, l’altro giorno ho sentito parlare anche di sovranisti comunisti, siamo al delirio: “sinistra sovrana a popolare” con a capo uno dei mille oriundi comunisti senza casa, tal Marco Rizzo (chissà se sotto sotto non sia un alleato occulto di Meloni?).
    Non se ne può più.
    Buon fine settimana a tutti

  26. Il sig Vincenzo ha perfettamente ragione che baciavano le pantofole a Putin……solo che ha dimenticato che lo ha fatto pure Enrico Letta nel 2013, come pure il suo tanto amato Pifferaio di Firenze Renzi nel 2016 a San Pietroburgo, e potrei continuare …..e che il sig Vincenzo invitava a votare nelle ultime elezioni, il chiamato terzo pollo dei falliti Calenda e Pifferaio. Ma evidentemente gli viene più facile accusare i leghisti, e grillini, che i falliti della sinistra. Così per precisare…….le menzogne mi danno fastidio.

  27. E comunque sicuramente gli amici di Putin sono nell’ordine: Berlusconi, poi Salvini, poi Conte e Di Majo, poi la Meloni e poi tutti gli altri indirettamente per motivi istituzionali: Letta o Renzi, ma sicuramente non erano compagni di merende come i primi menzionati.
    Ma il fatto è che, dopo l’aggressione dell’Ucraina da parte di Putin, tutti hanno cambiato idea come fanno tutte le persone sane di mente (forse Berlusconi ha esitato proprio per il motivo che menzionavo prima), tutti ora sono contro la Russia e Putin, non capisco dove sta il problema.
    Tu un giorno sei compagno di merende di qualcuno, poi quel qualcuno ti delude e dimostra di essere un criminale e tu modifichi la tua opinione su quella persona, dove stà il problema?
    L’unica differenza è che, alcuni lo capiscono prima e alcuni lo capiscono dopo che quel “tipo” si è svelato… tanto di cappello a chi comprende prima, ma poi ci sono coloro che non capiranno mai, pazienza, siamo certi che, coloro che non capiscono lo fanno perchè possono farlo, anche perchè se andassero in Russia a vedere di persona capirebbero bene, eccome.
    Pazienza e buon pranzo

  28. È incredibile come certa propaganda tipo unione sovietica, cubana , abbia intriso i cervelli di certe persone in maniera indelebile.
    Terroristi medio orientali buoni è l’America che è cattiva
    Unione Sovietica con il suo comunismo tiranno,feroce,senza pietà, Gulag ,Siberia, campi di lavoro forzati , con uomini a perdere , dopo morti tanto ne arrivano altri 30milioni sterminati da Stalin buoni è l’America che è cattiva .
    Ogni volta che c’è bisogno di cavare le castagne dal fuoco nel mondo libero occidentale è sempre lo Zio Sem che ci deve mettere le mani gli altri buoni è l’America che è cattiva !
    Chi ci può difendere da un mostro come la Cina dove la vita umana vale zero dove i desideri del popolo non contano ,dove un pugno di vecchi detiene il potere assoluto da un Mostro del genere chi ci può difendere ???
    Da un pazzo come PUTIN chi ci può difendere se non fosse per l’America che lo sta bloccando chi avrebbe potuto fermarlo ???
    Putin prima di buttare la maschera rappresentava una Nazione ricca con cui fare affari. ma queste cose le capisce chi produce, chi commercia , chi ogni giorno ha bisogno di un’acquirente , non lo può capire chi gli cade uno stipendio dal cielo anche se non se l’è meritato.

  29. Gli americani sono sbarcati in Sicilia nell’estate del ’43, hanno risalito la penisola e liberato Roma e i primi di maggio del ’44, dopo scontri sanguinosi con gli occupanti tedeschi che costarono la vita a migliaia di inglesi, americani ma anche francesi e polacchi, hanno liberato Torino e i britannici Trieste. A quel punto i comandi tedeschi si sono accordati con gli alleati per la resa. L’Italia era libera. Gli antiamericani di tutte le genie avrebbero forse preferito che gli yankee rimanessero a casa loro? I pusillanimi che fanno la voce grossa contro l’America, sono gli stessi che inciucerebbero con Putin.

  30. Certo, c’è chi si rivela prima che persona è, e chi dopo,
    Ma Putin tutti sapevano chi era……ma contava il business fregandosene di tutto il resto. La verità e che sono dei voltafaccia di convenienza.
    E poi non mi va che tutte le colpe vanno attribuite ai grillini, quando per sessant’anni hanno governato destra e sinistra, con altri peggio che sono stati quelli tecnici…….!! Distruggendo una Nazione.
    Ogni cosa che succede è colpa dei grillini. Sono stati, e sono uno peggio degli altri.
    E poi oggi giorno eseguono gli ordini di Bruxelles……quindi tutto inutile. Buon pomeriggio.

  31. Amo Modica
    A me il cervello non me l’ha intriso nessuno, forse non ci siamo capiti, Non c’è bisogno che me lo dice lei chi è stata la Cina, la Russia, o la Corea del Nord….. esistono tanti modi per far morire gente, evidenti, è meno evidenti, Ma sulla aggressione all’ Ucraina la colpa sta agli americani. Loro hanno provocato. Esistono fatti ben documentati.
    Sui morti per liberarci dal nazismo tedesco, forse dimenticate i morti russi che anche loro hanno contribuito e hanno combattuto il nazismo, ma forse conviene di più propagandare gli americani visto i tempi di oggi.
    Aveva ragione il Presidente Pertini quando diceva che la Nato avrebbe portato guerre, e che sottolineava l’enorme contributo russo nel liberarci dal nazismo. Ma quello è sempre stato il mio unico Presidente che mi ha rappresentato. Il resto sono dei voltafaccia di convenienza che se ne fregano dei problemi dei cittadini.
    Lo vediamo tutti i giorni con la Meloni, che con un po’ di dignità dovrebbe dimettersi. Ma non cambierebbe nulla, L’ITALIA HA PERSO IN TUTTO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top