Cerca
Close this search box.

A Modica, Ragusa, Scicli, S.Croce e Comiso i contributi

Tempo di lettura: 2 minuti

“Nelle ultime ore è stata diffusa probabilmente ad arte la notizia secondo cui la Città di Modica sarebbe stata ignorata dalla Regione per le sue feste religiose a discapito delle vicine Ragusa e Scicli. Tale notizia, oltre ad alimentare stupidi e anacronistici campanilismi, è totalmente falsa e tendenziosa visto che mira a colpire il sottoscritto senza mezze misure. Modica e Palermo non sono state mai così vicine, l’ho detto e continuerò a ripeterlo fin quando mi verrà data la possibilità di lavorare per la nostra comunità nelle sedi regionali – scrive l’on. Ignazio Abbate -. “Chi ha diffuso la notizia e chi la sta cavalcando per fini elettorali dovrebbe farsi un bell’esame di coscienza: vale la pena mettere in subbuglio cittadini ed enti locali pur di colpire una sola persona? Eppure non ci voleva molto a capire, o ad informarsi, che l’elenco comunicato dall’Assessore Amato, con la quale siamo sempre in stretta collaborazione, è un calendario che si riferisce al 2022. Nel 2023 tale richiesta non è ancora arrivata ai Comuni, quindi stiamo commentando un calendario dell’anno passato. Diverso, e molto più importante, il contenuto della circolare assessoriale 25616 del 14 marzo 2023 con la quale viene data attuazione all’articolo della finanziaria redatto e primo firmatario il sottoscritto che, tramite l’Assessorato alle Autonomie Locali, mette a disposizione un 1 milione e 300 mila euro per finanziare le feste religiose, gli eventi culturali e folkloristici più importanti in Sicilia tramite gli Enti Locali. In questo elenco, concretamente ben più “pesante” di quello dei grandi eventi visto che porta materialmente preziose risorse economiche alle Città, ha già partecipato Modica con due progetti. Uno per le feste religiose più importanti (S.Giorgio, S.Pietro, Madonna delle Grazie, Madonna Vasa Vasa) l’altro per gli eventi estivi di Marina di Modica e Maganuco. E non sarà l’unica Città della provincia di Ragusa visto che, dalle notizie che mi arrivano, hanno partecipato anche Scicli, Ragusa, S.Croce ed Comisoognuna con le proprie tradizioni ed i propri eventi. Dunque non direi che Modica, o la provincia, siano isolati nel panorama regionale. Anzi. Quando e dove conta di più la nostra comunità c’è sempre. Nei prossimi mesi questo territorio riceverà tanti finanziamenti che nascono da norme regionali che vedono sempre come prima la firma del sottoscritto”.

504521
© Riproduzione riservata

5 commenti su “A Modica, Ragusa, Scicli, S.Croce e Comiso i contributi”

  1. Ecco il solito comunicato propaganda di Gnaziu, o di chi per lui.
    Chi scrive, sta cercando di dribblare con la vespa d’epoca i birilli della comunicazione, ma il “cavalletto” l’ha fatto scivolare.

  2. Si la vespa fa di questi scherzi, ruote piccole perdono aderenza molto facilmente.
    Fare lo slalom tra i birilli della comunicazione non è roba per tutti.
    Regole fondamentali nella comunicazione sono: la chiarezza, la semplicità e l’inequivocabilita.

  3. Evidentemente l’autore di tale “comunicato” voleva fare passare un messaggio di propaganda subliminale.

  4. Guido Guastaferro

    Se simil- strategie del marketing entrassero
    a fare la differenza nella campagna elettorale, di democrazia rappresentativa resterebbe ben poco .
    I democratici ,in quest’epoca consumista distratta dalla frenesia , dovrebbero sensibilizzare e responsabilizzare i cittadini , organizzando corsi di formazione per la partecipazione politica attiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top