Bloccato dalla polizia di Comiso con droga. Arrestato

Tempo di lettura: 2 minuti

Gli agenti del Commissariato di Commissariato di Comiso si sono imbattuti in un  extracomunitario, noto per i suoi precedenti di polizia specifici, il quale accelerava l’andatura alla vista della pattuglia, cercando riparo in un vicolo. I poliziotti sono riusciti a raggiungerlo rapidamente e, notandone la reazione spropositata alla richiesta di esibizione del documento di identità, hanno deciso di effettuare una perquisizione personale, rinvenendo 20 grammi di hashish e 270 pasticche di un farmaco “oppiaceo”.
Questa sostanza, definita “droga del combattente”, è utilizzata per sostenere intensi livelli di sforzo fisico e nel mercato illecito, viene commercializzata ad un prezzo basso ed è particolarmente
remunerativa per i pusher.
Per questo motivo J.P., 33 aani, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La droga è stata sequestrata. Indagini sono in corso al fine di stabilire come il soggetto sia riuscito ad avere disponibilità del farmaco che può essere venduto solamente dietro prescrizione di ricetta medica.
L’arresto, su richiesta della Procura della Repubblica di Ragusa, è stato convalidato dal Giudice per le indagini preliminari.
Sempre nell’ambito della attività di contrasto ai fenomeni criminosi, gli agenti del Commissariato di P.S. davano esecuzione ad un ordine di carcerazione in danno di un soggetto inottemperante agli obblighi di legge derivanti dall’affidamento in prova ai servizi sociali.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI